Wonderful Life, intervista all’autrice Margherita Coralluzzo

wonderful life margherita coralluzzoDopo la recensione della sua opera, Wonderful Life, la scrittrice emergente Margherita Coralluzzo ci parla di sé, dei suoi progetti e dei suoi valori. A lei la parola.

 

Cos’ha ispirato il suo libro?

L’amore per la vita e il viaggio che ho intrapreso attraverso l’ascolto innamorato e attendo dei cuori di ogni singola persona. Mi sono sentita chiamata ad esprimere la mia gratitudine a ciò che l’esperienze vissute sulla strada della vita, mi avevano fatto assaporare, riconoscendo in esse l’effetto positivo su me stessa, sia attraverso le gioie, sia i dolori che possono comportare, di cui la vita è costellata. L’amore per la vita mi ha spinto poi ad inseguire il sogno di voler imparare a conoscere l’amore e ad amare giorno dopo giorno, crescere e lasciare che la felicità prendesse il sopravvento dentro e fuori di me, irrimediabilmente con un sorriso. L’ispirazione per me, è il mistero dell’esistenza umana.

Wonderful Life è un libro molto “religioso”. Da dove nasce la sua fede?

Interrogando il mio cuore, attraverso la ragione che ha smesso per mia volontà di restare in conflitto con il cuore a cui poi si è unita, dandomi la possibilità di conoscere me stessa. Una volta capito chi ero, ho acquisito la consapevolezza che il mio era stato un ritrovare l’identità e le risposte che avevo custodito, dimenticato di possedere in fondo alla mia coscienza. Con la ragione ho cercato risposte approcciandomi alla psicologia, poi ad un certo punto mi sono resa conto che laddove bisognava capire il senso, il mistero per cui esistevo, la scienza non poteva più aiutarmi. E qui è subentrato in me il desiderio di andare oltre. Con l’introspezione di me stessa e lo studio all’intelligenza emotiva, affiancando cioè la psicologia con la spiritualità, ho visto quella luce di pienezza che ha inondato ogni parte della mia persona in anima e corpo, abbandonandomi ad una pace inesprimibile ma familiare, che per me costituiva e costituisce il significato della fede. I libri mi hanno aiutato tantissimo in questo percorso. Siccome ogni essere umano è unico e irripetibile, per quanto concerne la mia coscienza, la mia me stessa, mi sono riconosciuta nella fede cattolica. Gli eventi che poi hanno incrementato la mia fede, sono stati: innanzitutto il mio matrimonio, che mi ha fatto acquisire la consapevolezza di essere donna, moglie, madre, mettendo in evidenza il grande amore che Dio aveva per me; la nascita dei miei due figli, di cui uno con la sindrome di down che è il mio maestro di umanità e la perdita tragica e improvvisa di una delle mie sorelle Monica, particolarmente a me cara.

LEGGI ANCHE:  Javier Folco racconta Estela Carlotto - Una nonna di Plaza de Mayo | Intervista

Cosa l’ha spinta a raccontare questa storia?

Solo l’irrefrenabile gioia dell’amore ricevuto dalla vita.

Cosa rappresenta, per lei, il “gruppo-famiglia” di cui racconta?

Avendo ricevuto molto dalla vita, non potevo che esaltarne il fulcro da cui scaturisce la vita, e cioè la famiglia. La famiglia è il luogo in cui ci si sente a casa, ci si accoglie, si ritorna dopo un litigio, accogli un fratello con lo stesso entusiasmo come se fosse l’ultima volta che tu potessi vederlo, la puoi lasciare eppure non la puoi dimenticare e non né puoi fare a meno, dove ognuno si preoccupa dell’altro cercando di andare più in là della semplice amicizia e conoscenza, perché fare famiglia, è percepire nel tuo cuore la perenne sensazione che qualsiasi cosa ti accada in questa vita, ci sarà sempre qualcuno che saprà starti accanto o aspettarti. Il gruppo famiglia sono coloro i quali attraverso l’amicizia, hanno voluto e creduto di poter costruire insieme questa idea di fratellanza, di famiglia. Ecco perché dove ci sono questi amici che credono nella fraternità, c’è vita, una famiglia, una casa dove puoi ritornare. Il mio cuore è là, dove sento di essere a casa.

Qual è il messaggio che vuole lanciare con questo libro?

Che il caso è la firma invisibile dell’amore, che esiste un motivo per ogni cosa e persona che incontriamo nella nostra vita, che l’amicizia è un valido mezzo per imparare a conoscere l’amore, che quando ci lasciamo guidare dalla forza dell’amore, possiamo trasformare i nostri gesti quotidiani in vere propri miracoli per noi stessi e per gli altri. Perché la vita di un essere umano, è di per sé già un meraviglioso miracolo.

Wonderful Life è disponibile per l’acquisto su sito della casa editrice Segno.

Autore: Chiara Nicolazzo

La mia passione per i libri è nata grazie al romanzo Il mio paese inventato di Isabel Allende, una storia autobiografica che mi ha aperto un mondo, quello dei libri, che conoscevo solo superficialmente. Da quel momento ho iniziato a leggere sempre e ovunque. Mi piace perdermi nelle parole e vivere mille vite diverse.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.