Intervista a Silvia Pedri, autrice de "C'è vita sul pianeta" - RecensioniLibri.org Intervista a Silvia Pedri, autrice de "C'è vita sul pianeta" - RecensioniLibri.org

Intervista a Silvia Pedri, autrice de “C’è vita sul pianeta”

c'è vita sul pianeta

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice.
Frequenta temi spirituali, gestisce un blog di crescita personale. Dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni da lei create, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta. Ha sempre scritto ma questo è il suo primo romanzo.

Parliamo subito del tuo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

C’è vita sul pianeta è una storia d’amore e di trasformazione. Due idioti geniali inciampano nell’amore, spaccano l’incantesimo del destino e si ritrovano faccia a faccia con se stessi.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Scaturisce dalla necessità di esprimere cose urgenti e importanti, intense, poetiche, divertenti, dal desiderio di toccare il cuore delle persone attraverso la mia voce.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Un mese e poi un intero anno e poi un altro mese… ho deciso di pubblicare prima di andare in loop. La situazione stava facendosi pericolosa…
Dare vita a personaggi tanto intimi e veri è sempre un’emozione fortissima, una grande fatica creativa che è valsa la pena attraversare. Non nego che questo libro ha trasformato potentemente anche me che l’ho scritto.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Adorerei un mix tra Garcia Marquez e Salinger. Una voce poetica e sensuale ma anche ribelle, fresca, acerba. Non assomiglio né all’uno né all’altro ma mi sono avidamente nutrita di entrambi nel corso della mia vita e in comune abbiamo magia e ironia.

LEGGI ANCHE:  Intervista ad Alfredo Francesco Caiazzo, autore de "Il Fiore della vita"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Beautiful Tango a volume moderato. 50.000 lacrime a palla.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Due idioti geniali inciampano nell’amore, spaccano l’incantesimo del destino e si ritrovano faccia a faccia con se stessi.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su