Intervista a Carmen Weiz, autrice de "La ragazza nel bosco" Intervista a Carmen Weiz, autrice de "La ragazza nel bosco"

Intervista a Carmen Weiz, autrice de “La ragazza nel bosco”

La ragazza nel bosco

Carmen Weiz è nata negli anni ’70 in Brasile, da madre tedesca e padre italiano. Si è laureata in Architettura nella città di São Paulo. Per oltre dieci anni è vissuta in Italia, e da otto anni vive in Svizzera. Incentivata dalla madre, è diventata una grande lettrice. La passione per i libri e la multiculturalità l’hanno ispirata a diventare una scrittrice. 

Parliamo subito del tuo ultimo libro, La ragazza nel bosco. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Questa è la storia di Anna, una ragazza brasiliana che viene a lavorare in Europa come volontaria attraverso un’associazione laica. Al suo arrivo, qualcuno cambia il suo destino e la ragazza finisce nella tratta illegale di esseri umani. Dopo un incidente, viene soccorsa dall’ufficiale svizzero Graff. Tra di loro nasce un’attrazione turbolenta che metterà a prova due diverse culture.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Da piccola sono stata incentivata da mia madre, anche lei un’avida lettrice. Per anni ho letto tutto quello che mi passava davanti agli occhi: romanzi, thriller, fumetti, riviste… Così, è nato il mio taccuino e subito diversi personaggi hanno iniziato a farmi visita nei sogni. Quando avevo riempito metà del mio libretto, ho deciso di dar vita a loro. Nasceva così il mio primo libro.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

La storia era già abbozzata sul mio taccuino; il restante è stato frutto della mia creatività. I luoghi del libro sono nati dal meraviglioso paesaggio che mi circonda. I boschi in Svizzera hanno qualcosa di magico, unico. Fortunatamente non ho mai avuto dubbi o blocchi; ho finito il libro in quattro mesi. Tutto il resto sono state edizioni e piccoli aggiusti.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Paolo Negro, autore de "Il nemico che gioca con i nomi"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

La risposta è facile. Sempre e per sempre la indiscussa ‘Regina del Mistero’: Agatha Christie che ha dato vita all’incredibile ispettore Hercules Poirot, nonché Miss Marple, personaggi che mi hanno accompagnata per gran parte della giovinezza e hanno ispirato l’ambiente dark che circonda tutti i miei libri.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Questa è una domanda difficile. Preferirei per Anna e Thomas scegliere appena due musiche; turbolente, ma allo stesso tempo romantiche. Proprio come il loro amore. Per Thomas sceglierei: Wicked Game di Ursine Vulpine. Per Anna il classico: Still loving you di Scorpions

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Direttamente dai boschi di pini in Svizzera… un thriller romanzo scritto da Carmen Weiz. La Ragazza nel Bosco. Book trailer: https://youtu.be/ignjR4EWaug 

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su