Intervista ad Alessia Bossi, autrice de "Il segreto del pittore" Intervista ad Alessia Bossi, autrice de "Il segreto del pittore"

Intervista ad Alessia Bossi, autrice de “Il segreto del pittore”

Il segreto del pittore

Alessia Bossi, nata in Toscana, cresciuta a Valencia e di origine cubana, trascorre le sue giornate da universitaria a sognare ad occhi aperti. Grazie all’influenza artistica della nonna paterna, si avvicina sempre di più ad un mondo immaginario che la porterà verso la scrittura. In questa intervista ci parla del suo Il segreto del pittore

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Victoria, una donna audace e indipendente, si ritrova a dover rimpiangere il suo defunto marito, un giovane artista, scomparso dopo un inspiegabile incidente d’auto. Nella sua sofferenza decifrerà la vera identità della sua morte, rivivendo l’infanzia del pittore. Durante questo viaggio, Victoria capirà di aver sposato un completo estraneo e ogni certezza svanirà tra i colori vivaci della tela.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

La passione per la scrittura nasce dall’influenza artistica e letteraria della nonna paterna. Crescere in un ambiente pieno di libri e quadri mi ha sempre spinta verso le materie umanistiche.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Ho impiegato poco meno di due mesi, volevo presentarlo ad un concorso letterario mentre ero al liceo. All’ultimo mi sono tirata indietro…l’idea mi è venuta mentre facevo una passeggiata nel bosco.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Cassandra Clare è sempre stata la mia figura di riferimento, ho iniziato a scrivere anche grazie a lei. Infatti il mio primo racconto assomigliava fin troppo ai suoi!

LEGGI ANCHE:  Intervista a Roberta Guidetti, autrice de "Vite in Circolo"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Negli ultimi giorni ho riletto il libro ascoltando la colonna sonora del film “La forma dell’acqua”, è meravigliosa! Una delle mie preferite è anche quella di “La leggenda del pianista sull’oceano”.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Se siete alla ricerca di una piccola avventura, lunga 60 pagine esattamente, Il segreto del pittore fa per voi! Faccio un appello agli appassionati di arte, storie di amore e fantasy…ma soprattutto di aspiranti detective come me!

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su