Intervista a Franca Fasolato, autrice de "Sublimazione emozionale" Intervista a Franca Fasolato, autrice de "Sublimazione emozionale"

Intervista a Franca Fasolato, autrice de “Sublimazione emozionale”

Sublimazione emozionale

Franca Fasolato è una persona creativa, saggia, affidabile, se stessa, che va oltre le apparenze, le illusioni, per ritrovare l’essenza. 

Parliamo subito del tuo libro Sublimazione emozionale. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

E’ una silloge di poesia selezionata da Irda edizioni che si può acquistare a soli 10 euro andando nel mio profilo Facebook. Poi ho scritto 7 racconti per ragazzi a cui mi piacerebbe dare vita.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Io sono una con la passione innata dello scrivere poesia e narrativa, sono creativa, solare e positiva, simpatica. Con una inclinazione naturale alla comunicazione.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Io posso scrivere in poco tempo quello che penso e che mi ispira. Se sono nello spirito di farlo. Io per scrivere devo isolarmi, concentrandomi sulle emozioni che sento e che voglio trasmettere, mi connetto alla mia sorgente luminosa in contatto con la natura divina che colora la realtà vissuta di surreale. Quindi quello che scrivo sembra a volte un sogno, ma in realtà è vita quotidiana dischiusa.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Io scrivo per ispirazione con uno stile moderno quasi rivoluzionario rispetto al passato classico, pertanto non ho mai fatto riferimento a nessun altro autore. Gioco molto con le metafore e analogie. Mi piacerebbe scrivere per professione.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Carlo Bramanti, autore de "I sentieri di giada del poeta errante"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Mi piacerebbe invece che la musica diventasse sposa della mia poesia.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Cari lettori, la scrittura è un messaggio sublime di comunicazione, io spero di trasmetterVi il mio messaggio intrinseco di ogni parola di ogni mia creatività arrivandoVi al cuore.

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su