Cilla e Rolf Borjlind: il thriller dalla Svezia con amore

Cilla & Rolf Borjlind, una doppia firma dalla Svezia che si fa ricordare. Intanto il pubblico dei thriller – più arrivano dalla Scandinavia meglio è, di questi tempi – li hanno conosciuti grazie a La marea nasconde ogni cosa, edito in Italia da Nord nel 2013. Ora ritroveranno qualche protagonista del primo titolo, il fluire elegante delle storie e la capacità di gestire uno scenario straordinariamente ampio in La morte è un sospiro nel silenzio, proposto sempre da Nord (410 pagine).

Un romanzo corale

Per buona parte del romanzo, Cilla e Rolf  dispongono i tanti personaggi come pezzi sulla scacchiera, finché assestano il colpo da maestri del giallo e dipanano tutti gli intrecci creati nella narrazione. Le spiegazioni sono efficaci, esaurienti, non prive di sorprese. Vengono sviluppate senza fretta e questa è una virtù fondamentale per i polizieschi. Gli appassionati saranno grati e diventeranno certamente dei fan sfegatati della coppia, inseparabile anche nella vita, davanti ad un computer e sulle copertine dei bestseller internazionali.

Oltre che scrittori, i Borjlind sono gli sceneggiatori delle crime story più apprezzate in Svezia, da qui l’abilità di condurre sapientemente i diversi “attori” delle vicende. In più, non guasta una venatura di leggero umorismo, che colorisce l’azione e facilita la lettura.

I personaggi de La morte è un sospiro nel silenzio

Si diceva dei personaggi. Per cominciare, Olivia Ronning, che ha deciso di cambiare il cognome in Rivera, quello della mamma naturale. Non ha ancora stabilito, però, se dedicarsi al servizio – dopotutto è arrivata al diploma nella scuola di polizia – o darsi agli studi di storia dell’arte. Olivia è la bimba “estratta dal ventre di una madre appena uccisa da una marea sigiziale” nel primo romanzo dei Borjlind. Nata da una messicana e da uno svedese dalla doppia vita, Dan Nilsson-Nils Wendt, è stata adottata dagli amorevolissimi Ronnig. Maria, giurista di origini spagnole e soprattutto Arne, padre amatissimo, la sua guida fino ai 19 anni. È morto di cancro e solo tardi ha rivelato ad Olivia la verità sull’adozione. Questo l’ha ferita, ma resta comunque un genitore indimenticabile.

Tra un’infinità di altri – solo per citarne alcuni: Mette e Marton Olsater, marito e moglie nella polizia criminale; il giornalista Alex Popovic; Ulf Molin collega e corteggiatore molto insistente durante il corso in polizia; Luna, che vive su un barcone e lavora in un cimitero – si distinguono i comprimari Stilton e Abbas. Tom Stilton era stato un poliziotto molto rispettato, prima di scivolare verso il gradino più basso della società, per via di un esaurimento nervoso o un improvviso attacco di panico. Sono seguiti cinque anni di vagabondaggio, incapace di provvedere a se stesso. Abbas el Fassi, francese di origini marocchine cresciuto nelle peggiori condizioni a Marsiglia, si è costruito fin da bambino una durissima corazza emotiva e ha lavorato nei circhi come infallibile lanciatore di coltelli.

LEGGI ANCHE:  La relazione di Andrea Camilleri |Mondadori

Quanto alle vicende, garantita la tensione costante della narrazione che non consente di anticipare conclusioni – dopotutto non c’è pericolo che Cilla & Rolf si tradiscano, bruciando i particolari decisivi che pure disseminano nel racconto – gli aspetti neri sono dati da sessioni BDSM, leave streaming porno, da una  droga che non dà assuefazione il 5-IT e dall’apparente suicidio del papà di Sandra, una studentessa alla quale Olivia ha fatto da baby sitter in passato. Bengt Sahlmann è trovato impiccato dalla ragazza, ma chi medita di impiccarsi difficilmente prima si organizza per cucinare i tacos. “Perché un uomo che pensa di togliersi la vita dovrebbe fare acquisti per preparare il piatto preferito della figlia?”.

Strada facendo, si apprenderà di un commissario dell’Anticrimine di Stato dedito allo sfruttamento della prostituzione ed ecco scattare il ceffone, catartico, liberatorio, inferto da una donna ad un uomo. Da applausi anche una delle frasi finali: “la polizia non è posto per la gentaglia come te”.

E le storie di Olivia Rivera Ronnig continueranno, si può benessere certi. Cilla & Rolf sono già al lavoro.

La morte è un sospiro nel silenzio è edito da Nord, ed è disponibile per l’acquisto su LaFeltrinelli a 15,30 euro.

Autore: FeL

Condividi Questo Post Su

1 Commento

  1. Libro per San Valentino: un giorno di Nicholls

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.