Matrioske, una raccolta di poesie di Beatrice Impronta

Matrioske, raccolta di poesie di Beatrice Impronta

Ex libris creato da Roberto Matarazzo per "Matrioske", raccolta di poesie di Beatrice Impronta

In questa raccolta di poesie di Beatrice Impronta si nascondono strade di lettura differenti. Scrivo “si nascondono” non a caso, poiché le diverse strade si svelano, piacevoli e inaspettate, proprio quando il lettore crede di aver finalmente imboccato la via maestra che attraversa l’intera silloge. Anime racchiuse le une nelle altre, come le famose bamboline russe profetizzate dal titolo, Matrioske.

Il primo di questi sentieri è quello dei sentimenti, che la poetessa genovese traccia con sapienza, senza mai cedere all’abusato. Sentimenti a volte sospesi, giocati in uno sguardo: “Noi / che ci incontriamo / con la coda dei nostri occhi / a cavallo dei nostri sguardi / sospesi al filo dei nostri sospiri” (Da “Noi”, pag. 69). Altrove, invece, l’amore si fa carne: “Petali di fuoco / labbra di-versi […] da trattenere tra le cosce” (Da “Tra-dita”, pag. 59). L’immagine del fiore è ricorrente: “Petali di labbra / sorvolano orgasmi […] / tra i roveti delle mie rose rosse” (Da “Murmure di sogni”, pag. 47). Più spesso, ma non sorprende affatto in un’autrice ligure, padrona della scena è l’immagine del mare, come in “Baia dei desideri” (pag. 43): “Ti ho immaginato / naufrago / nella mia baia” o più avanti “e getta / la tua àncora / ancora / nella baia dei miei desideri”.

Il secondo sentiero, che Impronta percorre in totale solitudine, passa per la generale riflessione sulla condizione umana. In “Notte di stelle cadenti” (pag. 25) si legge: “sono un desiderio qualunque / espresso per caso / una stella che cade nel più profondo immenso / e che nessuno raccoglie”. Altre volte, la solitudine è quella del poeta, capace di catturare la bellezza circostante ma non di comprenderla: “Sono come il tramonto / che dipinge i colori / e non potrà mai ammirarli” (Da “Attesa”, pag. 27).

LEGGI ANCHE:  Il giorno della tartaruga di Pier Bruno Cosso

Come ben si deduce da questi esempi, lo slancio verso il cielo è sempre presente nella meditazione dell’autrice, considerazione che ci porta a imboccare un ulteriore sentiero: quello della dimensione spirituale e religiosa. Non sono rari i testi dove il sentimento si scioglie in preghiera: “un urlo / una prece / intriso di lacrime nere / e perle di pece” (Da “Prece”, pag. 53). Si veda soprattutto la bellissima “30 ottobre 2005” (pag. 35), dedicata alla nascita della figlia: “e donami ogni istante / la consapevolezza […] / di essere ancora più vicina a te / mio Signore / che mi hai dato la forza / e la capacità di creare / il fiore più bello / che mai la vita mi avrebbe potuto donare”.

Dal punto di vista stilistico emergono alcune cifre interessanti, per esempio nell’uso delle sinestesie: “Il dipinto di un suono / Il sapore di un pianto” (Da “Mal d’Africa”, pag. 61). Rime e assonanze, presenti in quasi tutte le varianti possibili, anche interne al verso, sono discrete e, pur creando intriganti effetti sonori, non appesantiscono la lettura. Metricamente il verso si allunga e si accorcia in libertà, come il respiro. E come il respiro si arresta improvvisamente, in una delle particolarità più evidenti, a creare nuove matrioske che scompongono direttamente le parole, rintracciandovi altri significati: “re-mare”, “tra-dita”, “di-amante”.
Una raccolta complessa e affascinante, che seduce e si svela lentamente, come la sua autrice: “ho sempre paura ad affacciarmi troppo / alla finestra del domani / paura di non vedere più / paura di ritrovarmi cieca / per questo indosso occhiali scuri anche quando piove / e amo danzare da sola alla luna” (Pag. 81).

LEGGI ANCHE:  Il commissario Livia di Silvestra Sorbera

 

Scheda del libro:

Titolo: Matrioske

Autore: Beatrice Impronta

Editore: Gammarò Editore

Genere: Poesie

Isbn: 9788896674476

Prezzo: € 12,00

Pagine: pp. 86

 


Autore: Cesare Oddera

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.