BookCrossing 2012, l’evento per i libri usati: l’appuntamento di Milano

Bookcrossing, a Milano l'evento sui libri usatiAppuntamento domani, 10 marzo 2012, per il BookCrossing organizzato dal Comitato x Milano Vigentino presso gli spazi del CAM Verro, in via B. Verro 87, che si terrà dalle ore 14.30 – 18.00. Il progetto, sostenuto anche grazie al patrocinio del consiglio comunale di zona 5, si presenta come un momento di aggregazione culturale libera e gratuita, un’occasione per vivere la passione per i libri e la letteratura coinvolgendo grandi e piccini attraverso un’iniziativa che punta ad avere un richiamo a largo spettro.

Non è un caso, infatti, che per il BookCrossing di domani si sia pensato davvero a tutti, con uno spazio dedicato anche ai più piccini, dove questi potranno trovare tanti libri e fumetti adatti alla loro tenerà età, ed un angolo dedicato ai libri in lingua straniera, ideale per chi vuole mettere alla prova la propria abilità di comprensione su di un testo redatto in una lingua differente. E poi tanti libri che toccano gli argomenti più disparati, dai grandi classici della letteratura ai testi sui viaggi, passando per i gialli e la fantascienza.

Alle ore 15.30 è previsto, invece, un momento tutto dedicato alla poesia, grazie alla presenza di Tonino Milite, pittore e poeta, che declamerà alcune sue opere e aprirà un vero e proprio dibattito con tutti gli appassionati di versi ed odi.

BookCrossing, come funziona?

L’iniziativa milanese non è però l’unica nel suo genere: infatti, in tutto il mondo, Italia compresa, non si contano coloro che aderiscono a questa iniziativa ogni giorno, seppur con modalità differenti che non intaccano la sostanza.

La pratica del BookCrossing va a rendere libera e fruibile la cultura a tutti, grazie ad una “procedura” molto semplice, che prevede di lasciare un libro in un determinato posto della propria città in modo tale che venga trovato e letto da altre persone. Autobus, panchine del parco, scale di chiese e monumenti metropolitani divengono così il luogo dove la cultura si apre a nuove avventure, a nuovi lettori, a nuovi inizi e storie, nel pieno rispetto, naturalmente, delle regole.

LEGGI ANCHE:  #SalTo30 oltre il confine del libro per guardare al futuro

Infatti il BookCrossing ha delle regole precise alle quali far fronte, poche e semplici, è vero, ma che contribuiscono all’efficienza del meccanismo, e ciò vale sia per chi rilascia il libro, sia per chi lo trova.

Chi rilascia il libro “into the wild” deve etichettare (se non già provvisto) il libro con il BCID, ossia un codice di riconoscimento che attesterà il passaggio del libro stesso lungo la città, saltando di lettore in lettore e, perché no, anche di città in città. Il libro appartenente al circuito del BookCrossing deve essere registrato ad ogni suo spostamento sul sito ufficiale del BC nel mondo, Bookcrossing.com, per essere così rintracciato in ogni momento da un nuovo potenziale lettore.

Per chi volesse saperne di più su questa interessantissima iniziativa, che ormai ha già tagliato il traguardo dei 10 anni di vita, può collegarsi al sito ufficiale e prendere parte a questo magico mondo dove libri e città diventano complici di un disegno davvero molto ambizioso.

Autore: Laura Landi

Sono ­ per ammissione estrema ­ lettrice compulsiva, anche se molto molto esigente. Andare in libreria mi fa sentire come Alice nel paese delle meraviglie. Il mio amore letterario segreto? Gabriel García Márquez.

Condividi Questo Post Su

1 Commento

  1. è stupendo! grazie per avermi informata, non ne sapevo nulla.

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.