Intervista a Ivan La Cioppa, autore de "La legione venuta dal mare" - RecensioniLibri.org Intervista a Ivan La Cioppa, autore de "La legione venuta dal mare" - RecensioniLibri.org

Intervista a Ivan La Cioppa, autore de “La legione venuta dal mare”

la legione

Ivan La Cioppa è nato a Santa Maria Capua Vetere nel 1981. Da sempre ha coltivato la sua passione per la storia e la letteratura fantasy. Attualmente svolge attività di restauratore e organizza corsi di modellismo static , altra sua grande passione che ha fatto diventare un lavoro.

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Ambientato alla fine del I secolo d.c., sul confine danubiano, il racconto è incentrato su un gruppo di legionari della Legio I Adiutrix, una delle uniche due legioni di marina dell’esercito romano. I protagonisti saranno chiamati in una missione molto pericolosa e dovranno usare tutta la loro forza ed esperienza per uscirne indenni.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Non so dire quando sia nato il mio amore per la scrittura. È una passione che ho da sempre. Da piccolo amavo inventare storie mentre giocavo con robot e soldatini e spesso le mettevo per iscritto. Poi, nell’adolescenza, mi divertivo ad inventare trame per i giochi di ruolo che io e miei amici proponevano. La verità è che ho sempre avuto una fervida immaginazione e ciò è fondamentale per scrivere.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Il tempo impiegato a scrivere questo breve racconto è stato abbastanza lungo, circa un anno. La sera, dopo una giornata di studio, mi immergevo nella storia che avevo ideato e cercavo di caratterizzare al meglio i personaggi, rendendoli il più umani possibile. A volte, senza accorgermene, erano passate anche tre o quattro ore senza sentire un minimo di stanchezza.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Raffaele Abbate, autore de "Prodotti Difettosi"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

I miei maestri sono di certo Massimiliano Colombo e Valerio Massimo Manfredi ma non ho la presunzione di paragonarmi a loro.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Consiglierei la colonna sonora del film Centurion.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Spero che alcuni di voi trovino piacevole la lettura di questo libro e che mi supportino nella stesura della seconda avventura di questi indomiti legionari.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su