Intervista a Maria Caterina Prezioso, autrice de "Pina & Max" - RecensioniLibri.org Intervista a Maria Caterina Prezioso, autrice de "Pina & Max" - RecensioniLibri.org

Intervista a Maria Caterina Prezioso, autrice de “Pina & Max”

Pina e Max

Maria Caterina Prezioso, penna graffiante e a volte lirica, nata con la poesia, spazia dal teatro alla narrativa. Tra le sue opere ricordiamo La ballata dei giorni della pioggia (2016), Blu Cavolfiore (2013), Cronache binarie (2011), Il Colpo (2008). Co-autrice dell’opera  Pina & Max è Giuliana Majocchi, danzatrice contemporanea, lavora nel teatro-danza. Negli anni ’90 approda al Buto, Danza Giapponese, studia con il fondatore Kazuo Ohno.

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Pina & Max è stato pubblicato da Leucotea Edizioni, una piccola casa editrice indipendente di Sanremo. Uscito a fine settembre è un romanzo scritto a quattro mani da me e dalla danzatrice Giuliana Majocchi. Abbiamo pensato di scrivere questa incredibile storia di amore con la A maiuscola, una storia di amore a quattro zampe come una favola moderna, una favola ecologica, il dono di un gioco.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Come ho detto altre volte la scrittura fa parte di me. Non saprei pensarmi e agire diversamente. Nel caso specifico di Pina & Max è nata dalla voglia di mettere insieme scritture diverse: Giuliana Majocchi è una incredibile compagna di viaggio e volevamo raccontare a modo nostro la storia di Pina & Max, due splendide creature che sono esistite realmente e hanno dato vita a questo gioco di fantasia.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Pina & Max prende spunto come dicevo da una storia vera, anzi per l’esattezza da una foto che un amico mi mostrò tanti anni fa. Decidemmo di scrivere questo piccolo romanzo alternandoci nella scrittura, una seguiva l’altra e mano mano la fantasia di ciascuna ha preso forma. Nella prima stesura abbiamo lavorato giocando ciascuna a sorprendere l’altra, in un gioco di specchi.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Emmanuel Occhino, autore de "Cuore di ghiaccio"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Doppia risposta la nostra. Per quanto mi riguarda David Grossman e il suo splendido romanzo “Qualcuno con cui correre”. Grossman ha scritto storie incredibili e dolorose, ma anche storie destinate ad un pubblico di giovanissimi, sebbene tocchino temi profondi e universali. Giuliana è una danzatrice e trae le immagini dal Buto la danza contemporanea giapponese e le immagini sono diventate scrittura.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Le canzoni e la musica di Paolo Conte.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

# Pina & Max il dono di un gioco per i nostri bambini bellissimi aspettano di essere letti e amati da voi tutti e tutte

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su