Intervista a Daniela Marinangeli, autrice de “La magia che è in me” | RecensioniLibri.org Intervista a Daniela Marinangeli, autrice de "La magia che è in me" - RecensioniLibri.org

Intervista a Daniela Marinangeli, autrice de “La magia che è in me”

La magia che è in me

L’autrice Daniela Marinangeli, nata a Roma, nel 1980, con la sua passione per la scrittura e la sua fantasia, vuole far riscoprire che in ognuno di noi esiste una forza e un potere interiore per superare le sfide che la vita ci pone davanti. Il suo tempo libero lo passa guardando film, leggendo e scrivendo, ascoltando musica e sta imparando a fare l’uncinetto per la vecchiaia!

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Ho iniziato scrivendo una parte biografica della mia vita quando avevo 20 anni, le sofferenze che ho ricevuto che hanno cambiato per sempre la mia vita, poi ho iniziato a fantasticare e ho cercato di inserire dei tratti appunto fantasy nel libro, per poi diventare una storia romantica e avventurosa alla fine.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Ho pubblicato questo romanzo che per me è il primo. Mi sono voluta mettere in gioco! ora sto già scrivendo un secondo libro…

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Si tratta di un insieme delle mie idee e del mio essere. Ho impiegato più di un anno per finirlo ed è una mia grande soddisfazione a prescindere se venderò le copie o meno. Ho fatto ricerche per approfondire gli argomenti trattati, ho studiato luoghi che non conoscevo per poter poi descriverli come se ci fossi stata veramente.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Non mi reputo uguale a nessuno dato che gli autori sono famosi e io sono semplicemente un’aspirante scrittrice che ha messo a disposizione la sua fantasia per creare un libro che contiene molti elementi: drammatico, fantasy, romantico, motivazionale, spirituale, avventuroso e tanto altro.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Emanuele Martinuzzi, autore de "Spiragli"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Musica epica sicuramente, come quella che ascoltavo quando scrivevo il mio romanzo.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Vorrei tanto conoscere le opinioni sul mio primo romanzo d’esordio! vorrei sapere cosa ne pensate, che emozioni avete provato, se anche voi vi riconoscete in qualcuno dei personaggi che ho inventato. Aspetto di far conoscere la mia piccola opera!

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su