Gli Sdraiati [Audiolibro] | Michele Serra - RecensioniLibri.org Gli Sdraiati [Audiolibro] | Michele Serra - RecensioniLibri.org

Gli Sdraiati [Audiolibro] | Michele Serra

Gli Sdraiati di Michele Serra ha il pregio di unire, in un unico testo, due generi letterari completamente diversi da loro, ovvero saggio e romanzo, con un risultato abbastanza soddisfacente dal punto di vista narrativo.

Un libro che vede come argomento cardine il rapporto tra padre e figlio in un’ottica moderna; per tale ragione Michele Serra, per quanto la tematica dei giovani d’oggi e del rapporto con i genitori sia sempre attuale, ha rischiato di infilarsi in un contesto dove di questo argomento si è scritto e si è detto già troppo, sia in termini di libri ma anche come media in generale, uscendone però a testa alta.

Emons Audiolibri, con la collaborazione di Feltrinelli, dà il compito al noto attore e comico Claudio Bisio di interpretare questo libro, facendolo in maniera eccelsa, con un’interpretazione da attore puro, teatrale, che si discosta molto dalla lettura a tratti fredda cui siamo abituati ad ascoltare quando a leggere i libri sono gli scrittori stessi.

La narrazione si sviluppa tutta come una sorta di dialogo che prende vita nella mente di un padre mentre osserva come il proprio figlio, che lui chiama semplicemente Tizio, trascorre le proprie giornate. Lui lo vede quasi sempre “sdraiato” sul divano, distratto da pc, cellulare, lettori mp3 e televisione, come se non avesse un obiettivo da seguire, senza motivazioni, senza ideali; in sostanza apatico verso la vita. Per tale ragione, in un estremo tentativo di recuperare il rapporto con lui, lo invita a trascorrere una giornata in montagna, nel Colle della Nasca, insistendo su questa proposta per quasi tutto il libro, fino alla sua conclusione.

Nel mezzo, Michele Serra disquisisce molto sul modo in cui i giovani trascorrono le loro giornate e sui loro rapporti con la società, fino ad immaginare di scrivere, in futuro, un testo che parla di una grande guerra tra Giovani e Vecchi, con un eroe di nome Brenno Alzheimer ( nome non casuale ), che sarà la chiave di volta di questo conflitto.

Come detto prima, la tematica del rapporto tra genitori e figli è un argomento che non smette mai di appassionare, sia gli studiosi che l’opinione pubblica. Nel 2013, anno di uscita del libro, tale argomento era molto sentito dal pubblico, a fronte di un cambiamento radicale che è avvenuto nelle nostre abitudini e al sopraggiungere di una nuova generazione di genitori, costretti a crescere dei figli in un’epoca che possiamo definire iperconnessa.
Riletto oggi, nel 2018, questo libro purtroppo rischia di essere percepito come un concentrato di banalità sui giovani, sempre attaccati al cellulare, senza valori, senza un progetto di vita ecc ecc. Perché? Perché su questo argomento, in 5 anni di distanza, si è già detto quasi tutto e, anzi, forse le cose sono anche un po’ cambiate.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Massimo Franceschini, autore de "Linee guida per l'attuazione dei Diritti Umani"

Ma non per questo bisogna bollare questo libro come uno dei tanti testi sul difficile rapporto tra padre e figlio, perché il modo di affrontare l’argomento di Michele Serra non è quello dello psicologo super esperto che si mette a fare la morale, ma quello di un padre disperato perché egli, appartenendo a una classe sociale diversa (definendosi a più riprese un Borghese di Sinistra ), proprio non riesce a entrare nella mente di un giovane moderno troppo impegnato nelle sue attività.
E su questo problema non ci sono esperti che tengano, non ci sono saggi e libri  in grado di divulgare una formuletta magica per ricucire i rapporti. E’ tutta lì fa forza di questo libro: Serra entra nella mente di un genitore normale, in difficoltà verso quei giovani tanto diversi da lui, dandogli voce, forse nella speranza di smuoverne la coscienza e dire “ehi ragazzo, guarda cosa stai facendo ai tuoi genitori, ascoltali anche solo una volta!”. Da questo punto di vista, l’interpretazione di Claudio Bisio non fa altro che accentuare questo messaggio, dandogli tanta profondità, dimostrandosi un ottimo interprete di quelle parole che un qualunque padre non riesce a dire al proprio figlio, sdraiato su quell’apatico divano senza scopo.

In conclusione, Gli Sdraiati di Michele Serra è una lettura interessante, impreziosita da un bravissimo Claudio Bisio, che forse a qualcuno potrebbe far storcere il naso, ma vale sicuramente la pena dargli una possibilità; soprattutto per i giovani, che lo dovrebbero leggere non tanto come un atto di accusa o come un libro di critica nei loro riguardi, ma per riuscire a capire cosa potrebbe nascondersi nella mente dei loro genitori quando, girando per casa, incrociano i loro sguardi.

L’audiolibro in questione è acquistabile in digital download MP3 sulla piattaforma ilnarratore.com

Autore: Luigi Russo

Condividi Questo Post Su