Intervista a Cristina Frascà, autrice de "Egó - La ricetta dell'amore su misura" - RecensioniLibri.org Intervista a Cristina Frascà, autrice de "Egó - La ricetta dell'amore su misura" - RecensioniLibri.org

Intervista a Cristina Frascà, autrice de “Egó – La ricetta dell’amore su misura”

Egò

Cristina Frascà vive a Torino ed è laureata presso la locale Facoltà di Lettere e Filosofia. Lavora come insegnante nella scuola pubblica. Adora viaggiare, osservare le persone e trascorrere il tempo con il marito e le loro figlie. In questa intervista ci parla del suo Egó – La ricetta dell’amore su misura.

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Una giovane creativa stilista francese ed un cuoco toscano decisamente ombroso si trovano a condividere i locali di Egó, un atelier/bistrot situato nel cuore medievale di Torino. Unico elemento comune: la passione di entrambi per il proprio lavoro. La vicenda si snoda in una rete di relazioni che coinvolge avventori, clienti e quanti, a diverso titolo, vi lavorano. Romanzo di vita.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

È un’esigenza. Scrivere mi aiuta a dare un senso a quanto mi circonda. È un momento privato, libero, schietto. Una pausa dal quotidiano. Adoro la mia vita, ma scrivere me ne regala altre.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Nove mesi. Da giugno a febbraio. In seguito ad un evento traumatico ho avuto bisogno di “raccontarmi una storia” che descrivesse la meraviglia dell’esistenza, senza alcun filtro. Tutto può succedere, si tratta di saper reagire ed imparare a riconoscere la differenza tra apparenza e sostanza.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

I miei lettori mi hanno paragonato a Barreau, Bertola, Sveva Casati Modigliani, Gavalda e Zola. Se riuscite a trovare un punto di contatto tra di loro, forse, quello è il mio stile.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Marilia Mazzeo, autrice de "Non troverai altro luogo"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Je ne regrette rien.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Mi chiamo Cristina Frascà, ho pubblicato il mio primo romanzo ( Egó, la ricetta dell’amore su misura – Robin Ed) e sono ansiosa di conoscere la vostra opinione. Perché leggerlo? Perchè è una terapia contro la disillusione e la rassegnazione.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su