Intervista a Marco Odino, autore de "Un'emozione nuova" Intervista a Marco Odino, autore de "Un'emozione nuova"

Intervista a Marco Odino, autore de “Un’emozione nuova”

un'emozione nuova

Classe ’72, autore di veritarelative.it, Marco Odino è diventato ricercatore di sistemi che trattano benessere emotivo e studio del comportamento umano per diretta necessità, ha intrapreso la missione di confrontare sistemi filosofici Orientali (Buddismo,Zen,Maestri Spirituali,ecc.) con quelli Occidentali (PNL,Life Coaching, Legge d’attrazione,ecc) condividendone il meglio di entrambi in maniera semplice e diretta. In questa intervista ci parla del suo Un’emozione nuova

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Si tratta di un libro di self help basato sulla convinzione che per stare bene a livello emotivo non è necessaria una causa esterna ma piuttosto saper conoscere la propria consapevolezza, il funzionamento del pensiero e le emozioni scaturite da esso. La conseguenza porta più efficacemente all’eliminazione delle dipendenze da cibo, sigarette, tecnologia, ecc e da stati d’animo come ansia, rabbia, tristezza…

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

L’amore per la scrittura nasce dalla frustrazione di conoscere come stare bene in ogni situazione (emotivamente indipendenti) e dal conseguente desiderio di farlo sapere a tutti… Come quando mangi in un buon ristorante e vuoi portare tutti i tuoi amici a mangiare lì. Ho scoperto per necessità queste semplici informazioni e vorrei che le insegnassero già ai ragazzi delle superiori.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Ho cominciato a scrivere un corso per il mio blog, senza nessuna intenzione di fare un libro anche perchè la mia cultura è di estrazione tecnica, a scuola odiavo l’italiano prendendo sempre orrendi voti. Poi un amico ha stampato su carta ciò che era sul sito, me lo ha mostrato e guardandomi negli occhi mi ha detto infervorato: “Ma hai visto quanto caxxo hai scritto. Cosa aspetti a pubblicarlo?” 😮

LEGGI ANCHE:  Intervista a Gaetano Foccillo, autore de "Oltre la Stella dell'utopia"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

La mia estrazione è tecnica e nel mio libro non credo di somigliare a nessuno. Anzi, tutti i libri di filosofia orientale, PNL, motivazione personale, fino alla famigerata legge d’attrazione, mancano, secondo me, di un linguaggio semplice e senza termini accademici o scientifici. Le persone vogliono strategie per risolvere e non sapere da dove vengono i casini nelle loro teste… Come, non perché!

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Cavolo, questa è difficile perchè essendo diviso in capitoli che prevedono argomenti vari ci potrebbe essere il momento in cui sceglierei una dolce colonna sonora da falò invernale come Music was my first love (John Miles), fino a Thunderstruck (AC/DC) per tirar fuori la carica giusta ma la migliore sarebbe una musica da “viaggio” tipo Lucky Man (The Verve).

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Non sono uno scrittore, ma so quello che scrivo! Vorrei aiutare tutti ma mi rendo conto che anche solo un milioncino di persone possono bastare. 😉 Marco

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su