Intervista a Lily Rose, autrice de "Annabel: da escort a moglie "quasi" perfetta" Intervista a Lily Rose, autrice de "Annabel: da escort a moglie "quasi" perfetta"

Intervista a Lily Rose, autrice de “Annabel: da escort a moglie “quasi” perfetta”

Annabelle

Lily Rose, moglie e madre di tre figli, nasce in un paese della provincia di Treviso. Si laurea in lingue e letterature straniere. Durante gli studi universitari trascorre alcuni periodi in Irlanda, Inghilterra e Stati Uniti. E’ insegnante di lingua inglese. Ha recentemente aperto un blog che parla di scrittura, moda e shopping; passioni che emergono anche nel suo romanzo d’esordio.

Parliamo subito del tuo libro Annabel: da escort a moglie “quasi” perfetta. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Si tratta di un romanzo rosa con qualche aneddoto piccante. Beatrice Rose si risveglia in ospedale e scopre di aver perso la memoria. Ha cancellato gli ultimi cinque anni della sua vita ed ora scopre di non essere più una escort d’alto bordo ma di essere addirittura sposata. Beatrice dovrà affrontare la nuova realtà, indecisa se tornare a condurre la vita di prima, o della moglie-casalinga.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Sono sempre stata appassionata della scrittura e lettura. La mia vita frenetica non mi ha mai permesso di coltivare questa passione fino ad un anno fa. Ho deciso che fosse giunto il momento di concludere questo romanzo iniziato quasi per gioco e finito con grande entusiasmo e piacere nella scrittura. Mi sono divertita molto!

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Ho impiegato circa nove mesi, ma considerate che ho un lavoro a tempo pieno, sono insegnante di inglese e che ho tre figli. Paradossalmente amo scrivere nel caos, mi permette di estraniarmi completamente e di vivere nel “mio mondo”.

LEGGI ANCHE:  Più di tutto | Lullaby

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Credo che nel mio romanzo ci sia l’influenza di Sophie Kinsella, dei vari “I Love shopping” ed anche della E. L. James, autrice delle “sfumature”.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Decisamente gli U2 con “One”.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Sono moglie, madre ma soprattutto DONNA. Il mio romanzo è rosa, ma non il classico romanzo mieloso. Amore e sesso sono il giusto connubio affinché una relazione sia completa. Beatrice è una donna forte, talvolta può risultare antipatica ma sincera.

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su