Intervista a Emanuela Guzzetta, autrice de "Io credo in te" Intervista a Emanuela Guzzetta, autrice de "Io credo in te"

Intervista a Emanuela Guzzetta, autrice de “Io credo in te”

Io credo in te

Emanuela Guzzetta è un’autrice nata a Catania il nel 1999. Vive in un piccolo paese in provincia di Vicenza e scrive da quando ha 12 anni. In questa intervista ci parla del suo Io credo in te

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Il libro tratta il genere Romance, quindi parla di una storia d’amore nata tra i banchi di scuola. All’inizio lei non si era accorta di lui, a differenza del ragazzo, ma dopo aver iniziato il corso d’arte tra i due nascerà qualcosa, che verrà ostacolato da un lontano amico…

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

L’amore per la scrittura nasce da quando avevo dodici anni, avevo bisogno di far uscire i miei pensieri così ho iniziato a scrivere dei libri. Vivo in un piccolo paese in provincia di Vicenza e ho diciotto anni.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Ci ho messo quattro mesi, è  il primo romance che scrivo, ho sempre preferito il fantasy. Come ambiente sto sempre in camera mia, un posto tranquillo e sereno.

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Sono semplicemente me stessa, non prendo ispirazione da nessuno perché ognuno ha la propria storia e il proprio pensiero.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Listen to your heart di Roxette.

LEGGI ANCHE:  La scelta | Morgane Mentil

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Grazie per aver usato il vostro prezioso tempo per leggere questa intervista, spero che se leggerete il mio libro vi possa trasmettere le stesse emozioni che ho usato per scriverlo, alla prossima!

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su