Intervista ad Alessandro Casalini, autore de "Il Mago del Nulla" Intervista ad Alessandro Casalini, autore de "Il Mago del Nulla"

Intervista ad Alessandro Casalini, autore de “Il Mago del Nulla”

Il mago del nulla - Alessandro Casalini

Alessandro Casalini (Cesena, 1975) vive a Cesenatico dove si occupa di sviluppo web e software come professionista freelance. Sposato, ha due figli. Nell’intervista in questione l’autore ci parla del romanzo Il Mago del Nulla (Alter Ego Edizioni), uscito nel mese in corso e presentato a Tempo di Libri

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

E’ la storia di Wiz l’inventore di WizConnect il social network in grado di coinvolgere tutti e cinque i sensi. Wiz che a un certo punto della sua vita inizia a sentire voci nella sue testa e che impazzisce. Abbandonato da tutto e tutti decide di partire per un viaggio in macchina fino al polo nord e farla finita.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Ho iniziato con la scrittura nel 2009 principalmente per gioco visto che sono un Ingegnere (le due cose non vanno proprio a braccetto!). Poi sempre per gioco nel 2010 ho pubblicato il primo romanzo e da lì il mio rapporto con la scrittura è diventato qualcosa di quotidiano. Scrivo ogni giorno nonostante continui a fare l’Ing. Il Mago del nulla è il mio quinto romanzo.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

La prima stesura del romanzo è cominciata a gennaio del 2015 e terminata a giugno dello stesso anno. In questi tre anni ne sono state fatte diverse versioni che hanno subito la contaminazione dei vari eventi accaduti in questo periodo (non ultimo la nascita della mia seconda figlia Giulia). Credo che ora, grazie anche all’editor di Alter Ego, il romanzo abbia raggiunto la sua maturità.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Angelo Forgione, autore de "Napoli Capitale Morale"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Amo la lettura. I miei autori di riferimento sono Foster Wallace, Murakami, DeLillo, Auster, ma anche Stephen King, Umberto Eco, Dick, Heinlein, Eggers. Insomma spazio tra vari generi. Credo che questo romanzo sia piuttosto originale visto che una buona parte della narrazione è in forma di dialogo tra il protagonista e le voci che popolano la sua mente. Non saprei a quali opera poterlo raffrontare.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Ogni capitolo del romanzo è contraddistinto da una canzone che ne descrive il contenuto. Questa la setlist: 1. The Doors – The End 2. Simon & Garfunkel – The Sound of Silence 3. The Beatles – The Magical Mystery Tour 4. Placebo – Rob The Bank 5. Rage Against The Machine – Killing in the name of 6. Beck – Sexx laws 7. The Beatles – I saw her standing there 8. Bruce Springsteen – Easy Money.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Leggete e…leggetemi!

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su