Intervista a Donatella Manna, autrice de "Crescere insieme - Piccoli passi pedagogici" Intervista a Donatella Manna, autrice de "Crescere insieme - Piccoli passi pedagogici"

Intervista a Donatella Manna, autrice de “Crescere insieme – Piccoli passi pedagogici”

Donatella Manna, classe ’83, nata a Milazzo, si diploma al Liceo Classico e successivamente consegue la laurea presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Messina. Le competenze pedagogiche acquisite vengono perfezionate attraverso una ricca formazione post-laurea. In questa intervista ci parla del suo Crescere insieme – Piccoli passi pedagogici.

Parliamo subito del tuo ultimo libro. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Il mio libro è un saggio di pedagogia ma non nel senso classico. Gli argomenti trattati riguardano le piccole e grandi criticità dell’infanzia ma dedico anche ampio spazio al percorso di crescita che ognuno di noi deve compiere come persona. Inoltre, sono presenti vari temi che rappresentano le sfide sociali ed educative che affronta la società odierna.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Ho amato da sempre la scrittura, sin dai tempi del liceo. Mi piace curare il testo, scegliere con attenzione le parole, riuscire a comunicare in modo semplice ed efficace. Scrivere per me significa anche lasciare un segno del proprio passaggio nel mondo e poter divulgare contenuti che possono essere d’ispirazione e sostegno per gli altri.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Ho impiegato circa un anno. Ho scritto il libro in contemporanea con la mia esperienza a Radio Milazzo. Nello spazio dedicato alla pedagogia ogni settimana tratto molti argomenti e ho iniziato a scrivere su ognuno di essi. L’intento era raggiungere, con diversi strumenti, più persone possibili, in modo da fornire sostegno e informazioni attraverso i corretti protocolli pedagogici.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Valeria Nitto, autrice de "La sacerdotessa della luna"

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Amo la semplicità e credo che le scienze umane possano essere comunicate e divulgate attraverso un linguaggio chiaro e comprensibile ad un pubblico eterogeneo. La pedagogia è una delle scienze umane più antiche ma forse la meno conosciuta nelle sue innumerevoli potenzialità. Il mio punto di riferimento è Gianni Rodari il quale è riuscito, con creatività e originalità, a comunicare ed a educare.

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Il messaggio del libro è che ognuno di noi deve e può crescere ed evolvere, a prescindere dall’età. Direi di leggere il mio libro scegliendo come sottofondo musicale la propria canzone preferita, quella che ci sentire a nostro agio e che ci trasmette fiducia e speranza.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Nessuna persona è senza speranza, nessun problema è senza soluzione. Leggete “Crescere insieme – Piccoli passi pedagogici” e sentirete che nessuno di noi è solo.

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su