Storia Archivi - Pagina 3 di 5 - RecensioniLibri.org Storia Archivi - Pagina 3 di 5 - RecensioniLibri.org
I Normanni nel Sud Italia: da immigrati a signori
Mag31

I Normanni nel Sud Italia: da immigrati a signori

Vennero in Italia per servirla e divennero i signori del Sud. I Normanni emigrarono in Puglia per lavoro, nei primi del Mille, scortando i pellegrini del percorso devozionale michaelico verso il santuario di San Michele sul Gargano. Furono poi assoldati per difendere i centri costieri dai saraceni e arruolati da Melo da Bari nella prima rivolta contro il dominio bizantino. Ma perché chiamarli Normanni? Chi erano? Non altro che i...

Continua
Taccuino di un nemico di Mario Malini
Mag30

Taccuino di un nemico di Mario Malini

1914-18 la Grande Guerra di un soldato ebreo del Kaiser Il buon soldato Otto, l’onesto combattente, il volto pulito di un esercito che prima della disfatta militare, nel 1918, subì un’altra pesante sconfitta da un’infamante propaganda che dipingeva i militari del Kaiser come assassini sanguinari di inermi, anche donne e bambini. Nei primi giorni dell’agosto 1914, le truppe germaniche avevano violato la...

Continua
Il caso Lusitania di Prinzhofer Renato, Droste Christian
Mag28

Il caso Lusitania di Prinzhofer Renato, Droste Christian

Il Lusitania affonda, gli USA entrano in guerra 7 maggio 1915: l’Europa era in fiamme da nove mesi e quell’albergo di lusso galleggiante si trovava nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Come il Titanic, gioiello della compagnia concorrente White Star Line, la turbonave Lusitania della britannica Cunard Line andò a fondo nell’Atlantico con parte dei passeggeri ed equipaggio. Per un siluro, però, un’arma...

Continua
Bonneau Renée – Requiem per un giovane soldato. Montecassino 1944
Mag27

Bonneau Renée – Requiem per un giovane soldato. Montecassino 1944

Sei mesi d’inferno nella valle del Liri, nel 1944. Duecentomila morti. Tutto per una strada, che conduceva a Roma. I tedeschi bloccavano la Casilina, occupando le vette dell’Appennino e i Monti Aurunci, verso il Tirreno. Gli Alleati attaccavano, per sfondare la linea Gustav, con perno a Cassino. Tre offensive fallite, a gennaio, febbraio, marzo, contro la città devastata, dominata dall’Abbazia, pure distrutta, rasa...

Continua
Un amore partigiano di Mirella Serri: Gianna, Neri e la Petacci
Mag24

Un amore partigiano di Mirella Serri: Gianna, Neri e la Petacci

Alle 3,30 del mattino di un piovigginoso 28 aprile 1945, due donne scesero da Fiat nere, davanti al casale De Maria, a Bonzanigo, sul lago di Como. Una, trentatreenne, aveva il viso tondo, pallido, quasi cereo. L’altra, più giovane, i capelli ossigenati. Erano molto diverse Claretta Petacci e “Gianna”, nome di battaglia di Giuseppina Tuissi, staffetta partigiana, ma il gergo dell’epoca le chiamava collegatrici. La prima dipingeva,...

Continua
Edina Bozoky: Attila e gli Unni
Mag11

Edina Bozoky: Attila e gli Unni

Attila, “fratello” di Dio, diceva Abatantuono “Attila, fratello di Dio”: solo la parodia del terrunciello Abatantuono, nel film trash di Castellano e Pipolo ha scalfito la terribile fama del re degli Unni, quintessenza del male. Ci si chiede, però, perché considerare gli Unni i barbari crudeli e invasori per antonomasia? Anche altri popoli hanno esercitato analoghe brutalità in altre spietate invasioni e i romani stessi non brillavano...

Continua
Pagina 3 di 512345