Tutto quello che non serve | Valerio Baselli

La trama

Tutto quello che non serve è un noir psicologico ambientato nel mondo della finanza milanese, un contesto di grande attualità ma ancora poco indagato dalla letteratura contemporanea.

I due protagonisti, Daniele e Riccardo, colleghi e coetanei, lavorano per la Sterling Investment Bank. Differenti in tutto, le loro vite seguiranno percorsi divergenti. Daniele, talentuoso matematico, è un giovane insicuro e sensibile, alla ricerca di un senso di ordine e stabilità che gli dia la sicurezza di cui necessita per costruire la sua vita e che gli pare esistere solo nella logica di numeri e teoremi. Riccardo, al contrario, ambizioso e freddo, sa qual è il suo posto nel mondo: il feroce ambiente della finanza, dove si muove con cinismo e determinazione, ossessionato dalla smania di successo.

Daniele si ritrova per caso a lavorare alla Sterling, dopo aver rinunciato a malincuore alla carriera universitaria. Per Riccardo, invece, la banca rappresenta il suo habitat naturale, il suo lavoro di trader, a cui ha sempre aspirato, costantemente in tensione e in bilico tra gli alti e i bassi della Borsa, gli fornisce la quotidiana dose di adrenalina che sostiene il suo arrivismo. I due si frequentano e legano nonostante le loro profonde differenze. Mentre, sullo sfondo, la crisi greca e le speculazioni sui mercati finanziari lasciano una traccia nella Storia, nuovi incontri, trasferimenti, fallimenti, perdite e successi metteranno in luce, dagli opposti punti di vista dei due protagonisti, tutto quello che non serve per ritagliarsi uno spazio di vita autentica in un mondo avido e spietato.

“Non si può vivere da comparsa quando si può essere protagonisti. Morirò miliardario o povero in canna, non ci sono vie di mezzo. Non per me”.

Se vuoi avere un assaggio del libro, allora ti consigliamo di scaricare il racconto che Valerio Baselli ha creato apposta per i lettori di questo sito.

Non ti resta che cliccare sul bottone qui sotto, scaricare il racconto e non far mancare la tua opinione all’autore. Buona Lettura!!!

Scarica il racconto

Se vuoi saperne di più, collegati alla pagina Facebook dell’autore.

L’autore

La dedica di Valerio Baselli ai lettori di recensionilibri.org

Valerio Baselli è nato a Novara nel 1984. Dopo essersi diplomato ragioniere si iscrive all’Università degli studi di Milano, corso di Economia internazionale. Durante il suo percorso di studi ha l’occasione di vivere a lungo all’estero, a Barcellona prima e nel sud dell’Inghilterra poi.

Si laurea nel 2009 e subito dopo comincia a lavorare come giornalista praticante per la testata online Morningstar, che si occupa di economia e finanza. Scrive principalmente per il suo sito internet e, periodicamente, per testate cartacee quali Borsa&Finanza, Funds People e Italia Oggi.

Nel 2010 diventa giornalista professionista, lavoro che sente profondamente suo perché gli permette di coniugare la propensione alla scrittura e la curiosità nei confronti della realtà.

Nel 2013, dopo alcuni mesi a Chicago, sede mondiale della Morningstar, viene trasferito nell’ufficio francese di Parigi, dove tuttora risiede.

Il grande amore per la lettura e per la scrittura, che lo fanno approdare all’attività giornalistica, risale alla prima adolescenza, quando inizia a tenere un diario. Da questo materiale prenderà vita la raccolta di racconti Mille passi controluce, edita nel 2012 da Cicorivolta Edizioni. Pubblicato nel 2017, Tutto quello che non serve, invece, è il suo primo romanzo.

Lo stile

Il romanzo, ambientato tra Milano, Parigi e a Londra, narra una vicenda che si sviluppa ai nostri giorni, tra il 2010 e il 2016.

I frequenti riferimenti alla finanza, alla Borsa, ai mercati, spiegati con semplicità e precisione, si armonizzano con lo sviluppo della vicenda e consentono di metterne a fuoco i temi e i passaggi fondamentali. Infatti Tutto quello che non serve non parla solo di finanza, ma di amicizia, amore e soprattutto di crescita personale. Si scopre che il mondo del trading, così ostico da comprendere per molti, può essere letto come una metafora della vita di ciascuno, regolato com’è da alcuni elementi ineludibili: la necessità delle scelte, il peso delle responsabilità e soprattutto il rischio correlato a ogni decisione.

Integrando fiction e realtà, Baselli costruisce una narrazione appassionante, ragionata e ben calibrata nella sua architettura: i singoli capitoli sono di volta in volta dedicati a uno dei due personaggi principali, mentre la voce narrante è di norma in prima persona, così da permettere al lettore di entrare nei panni dei due giovani protagonisti e comprenderne mentalità e punti di vista.

Tutto quello che non serve è un romanzo rivolto a un pubblico ampio, ma non giovanissimo, che ne apprezzerà l’attualità, l’incursione in un mondo –quello della finanza- che così tanto influisce sulle nostre vite, la cura nella costruzione dei personaggi,nonché la riflessione problematica sul senso dell’esistenza, che si concentra da un lato sul peso del rischio e dall’altro sulla difficoltà di fare pulizia nella propria vita, eliminando l’irrilevante. Esigenza quest’ultima che si riflette anche a livello stilistico in una scrittura fluida e asciutta che assai poco concede al superfluo.

Se desideri acquistare il volume, clicca qui.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest