“I mercanti dell’Apocalisse” di L. K. Brass

Un esempio vincente di self-publishing

I mercanti dell'ApocalisseLa versione precedente “Il Deal dell’Apocalisse” esordisce su CreateSpace & Kindle in giugno 2014, per raggiungere in brevissimo tempo il rank #1 fra i thriller e il #3 nella classifica generale di Amazon.it.
La Giunti Editore ne intuisce le potenzialità e decide di assoldare l’autore nella propria scuderia; il 16 Marzo 2016 il thriller di L.K. Brass vede le stampe con il titolo definitivo “I mercanti dell’Apocalisse”.
Al secondo episodio già dato alle stampe, “Fine dell’oblio”, seguirà il conclusivo della trilogia. In cantiere, insieme a quest’ultimo, altri due thriller che attendono il momento appropriato per diventare realtà.

Trama de I mercanti dell’Apocalisse

I mercanti dell’Apocalisse” è il thriller mozzafiato di L. K. Brass, che immortala lo spietato labirinto dell’alta finanza e delle sue leggi difficilmente contrastabili, emanate da una polveriera di magnati pronti a tutto pur di perseguire i propri scopi.
Daniel è un brillante matematico che, grazie alle proprie doti e alla sua genialità, riesce a raggiungere l’apice della propria carriera, fatta di successi e certezze.
Improvviso, però, un colpo di scena sconvolgerà la sua vita e le sue stesse certezze: una telefonata fungerà da motore propulsore e anticipatore della virata fulminea del corso degli eventi.
Una catastrofe aerea, un attentato al quale inspiegabilmente Daniel sfuggirà, lo vedrà, per contro, costretto, ad assistere, inerte, alla perdita della propria famiglia, con unica superstite la figlia Isabel, che proteggerà a costo della sua stessa vita.

I semplici sentori si fanno consapevolezza: Daniel rischia di essere intrappolato in una matassa ben più grande e pericolosa, vittima di un piano letale.
Unico modo per poter sfuggire e monitorare le attività illecite di questa rete è quello di muoversi sotto falso nome, per tallonare la mente diabolica che tesse i fili di questo telaio minaccioso.
Quella che sembra essere l’unica strategia rischia, al contrario, di esser una vera e propria arma a doppio taglio, che condurrà Daniel tra le fauci di un nuovo sanguinario complotto, nato nel cuore della BCE, che rischia di piegare l’intero equilibrio mondiale.
Proprio quando le vicende personali si fondono con un contesto di più ampia scala, fra spionaggio informatico e fughe, Daniel cercherà di ricomporre i pezzi di un terribile puzzle con il sostegno di un’intuitiva operatrice finanziaria.

LEGGI ANCHE:  Doctor Sleep di Stephen King finalmente in Italia

Autore

L. K. Brass: pseudonimo straniero, autore italiano. Nasce a Lugano e si occupa di consulenza per i sistemi informativi finanziari. Per lavoro ha vissuto a Parigi, Vaduz, Chicago, Ginevra e Zurigo, città che conosce benissimo e che ricorrono nella trama del suo thriller che non a caso si dipana in mezza Europa.
Il romanzo, oltre a ereditare il tratto autobiografico dei luoghi, si aggancia al complesso e affascinante mondo finanziario, le cui luci e ombre si alternano sulla tela oscura del mercato attraverso le pennellate esperte di chi quel mondo lo ha vissuto e scrutato.
La scrittura di L. K. Brass, ispirata a personaggi di calibro come Robert Harris e Lee Child, si leva silenziosa dietro le quinte della contemporaneità, completandosi di colpi di scena. Più che un attento reporter punta ad essere un abile scrittore e, a giudicare dal successo ottenuto, l’ambiziosa missione procede a gonfie vele.

Per avere maggiori informazioni sull’autore, visita il suo blog

Stile

L. K. Brass ha una certa familiarità con gli ingranaggi del mercato e le sue regole ferree: la finanza ha accesso diretto alle vite di ognuno; attraverso ogni mezzo, dai semplici strumenti di comunicazione, ai più sofisticati dispositivi di controllo, una mano invisibile cela in realtà gli abili raggiri di cui diventiamo inevitabilmente pedine.
L’autore, artefice di questa netta incisione al cuore pulsante dell’alta finanza, guida il lettore in questo romanzo intriso di coraggio, attraverso una scrittura ragionata, lucida nell’esposizione ed evocativa nelle descrizioni, seppur lontana dall’eccesso di tecnicismi, perché nulla deve distrarre dal precipitoso susseguirsi degli eventi.
Lo stesso autore antepone alla sua naturale inclinazione per il mondo degli affari, il monito della narrazione secca e sintetica.
Con uno stile mirato, L.K. Brass punta dritto alle viscere del lettore, suggerendo che ogni sfida deve essere affrontata con ottimismo; così lo stesso Daniel, da personaggio di pura invenzione, si trasforma in una sorta di modello sociale a cui ispirarsi.
Per l’acquisto del libro clicca qui.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest