Una piccola libreria a Parigi- Nina George

Una-piccola-libreria-a-ParigiUna piccola libreria a Parigi di Nina George (Sperling & Kupfer, 2014, p. 308) non è solo un libro che ci racconta una storia, ma è soprattutto una vera e propria medicina che, con rimedi più o meno utili, è capace di curare i mali del cuore e dell’anima.

Questa è anche la missione di Jean Perdu, il libraio della Farmacia Letteraria, una libreria galleggiante ancorata sulle rive della Senna. Jean pensa che sia possibile porre rimedio a tutto attraverso un libro ed è per questo che fa molto di più… riesce a leggere dentro la gente, a capire i dolori e i problemi degli altri e da qui affidare loro un testo capace di salvarli.

Riesce a farlo con tutti, tranne con se stesso. Jean, infatti, non riesce a sedare in nessun modo il dolore che lo tormenta da quando, vent’anni prima, la donna della sua vita, la sua Manon, se ne è andata lasciandolo senza una parola. Solo una lettera, arrivata qualche tempo dopo e che lui non ha mai avuto il coraggio di aprire ed è rimasta per tutto questo tempo dentro il cassetto di un tavolo, all’interno di una stanza chiusa per sempre, insieme a tutti i ricordi.

Ricordi destinati a riaffiorare inaspettatamente e che lo travolgeranno con la forza di un uragano, quando si troverà a riaprire quella porta, costringendolo a fare i conti proprio con quel passato che pensava ormai di aver dimenticato. Questo gli permetterà di riaprire anche le porte del proprio cuore che pensava di aver sigillato per sempre e lo farà soprattutto grazie a Catherine, la nuova inquilina del palazzo in rue Montagnard n.27  che lo aiuterà a rimettersi in gioco ed a riprendere in mano la propria vita.

LEGGI ANCHE:  "Boy, Snow, Bird" di Helen Oyeyemi

Per far questo Jean salperà dal molo verso sud con la sua Farmacia Letteraria in compagnia di alcuni speciali compagni di viaggio, alla riscoperta di se stesso e riuscendo, alla fine, a ritrovarsi.

La Critica

Nina George con la Piccola libreria a Parigi ci racconta con sensibilità e tenerezza i dolori della vita di  un uomo messo di fronte alla perdita di una persona cara e incapace di uscire dal rifugio della propria esistenza.

Non una storia d’amore classica; piuttosto una storia che parla di amore, della ricerca della felicità e della tranquillità carica del sentimento pieno di speranza di chi si merita una seconda possibilità. Tutto questo mentre veniamo immersi nelle affascinanti atmosfere di Parigi, nei sapori e nei colori  della Provenza.

Un libro che parla anche di libri. Un omaggio ad una professione che non è fine a se stessa ma può fare tanto per aiutare gli altri e per questo è vista proprio come un vero e proprio impegno sociale e culturale.

Una lettura intensa e piacevole che stuzzica mente e cuore.

Autore: Elena Coppi

Vengo da un piccolo, ma non sconosciuto, paese della Toscana che si chiama Santa Fiora. Per me, un libro è una piccola Creazione capace di cambiarci, di emozionarci e nel quale immergersi per poi lasciarsi andare: la più dolce delle follie.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest