Uno splendido sbaglio di Jamie McGuire | Serie Beautiful

  Uno splendido sbaglio recensioneUno splendido sbaglio è l’ultimo romanzo che dovrebbe andare a completare la serie di Uno splendido disastro (serie Beautiful) di Jamie McGuire edita da Garzanti Editore. In realtà, pare che l’autrice ci voglia regalare un capitolo per ognuno dei componenti Maddox… staremo a vedere! I primi libri della serie hanno suscitato molto interesse, sono certa che anche questo capitolo catturerà l’attenzione del lettore, almeno per me è stato così! J. McGuire racconta la storia di un altro dei componenti della famiglia Maddox, ovvero di Trenton e della sua complicata relazione con Camille, la splendida e autoritaria barista del Red Door. È proprio Camille Camlin a raccontare la storia attraverso il suo punto di vista, lei è una ragazza apparentemente forte e indipendente, che vive da sola e si mantiene negli studi, con un passato pesante, un padre eccessivo e dei fratelli iperprotettivi alle spalle, di cui non si libera facilmente. Ha da poco intrecciato una relazione con T.J., del quale custodisce un segreto, che per motivi di lavoro si è trasferito in California, trascurandola pur amandola. Una sera il destino, per caso o per volontà, si incrocia con quello di Trenton Maddox. Cami sa che è meglio non immischiarsi con uno di loro, la reputazione di un Maddox arriva prima della loro vera personalità: abili seduttori, spiriti liberi, impavidi ribelli e con una gran passione per le risse. Trenton si avvicina a Camille quasi in punta di piedi e fa breccia nel suo cuore con dolcezza e un pizzico di astuzia. Lui è il classico duro dal cuore tenero. Lo dimostra anche nel lavoro: è un tatuatore e quando uno dei fratelli di Cami finisce nei guai, Trent l’aiuta a trovare lavoro come segretaria nel suo studio. Non appare affatto semplice la vita di Camille, deve gestire due lavori, lo studio, uno pseudo fidanzato lontano con cui non riesce ad avere quasi contatti e Trenton, “l’amico” di cui si sta innamorando in maniera irreversibile. Cami è confusa, si trova tra due fuochi, e non sa come divincolarsi per non far soffrire nessuno. Tuttavia la presenza costante di Trenton sembra essere sempre più importante e determinante per la sua vita: si sente protetta e sicura con lui accanto, malgrado il passato ingombrante di lui abbia lasciato ferite ancora aperte.

Mentre i tre uscivano dal parcheggio, tenni la mano sul petto di Trenton, aveva ancora il respiro accelerato e tremava di rabbia. Trafisse con lo sguardo il furgone che si allontanava… Sapevo esattamente cosa significasse perdersi in un brutto ricordo, e anche dopo più di un anno bastava un solo cenno all’incidente per farlo ricadere nel tunnel.
Camille continua la sua più che amicizia con Trent fino a quando lui commette un dolcissimo passo falso: la bacia. A quel punto tutto si complica, Cami è combattuta, divisa tra l’amore per due uomini diversi ma che sostanzialmente sono uguali, adorabili e insopportabili al tempo stesso. T.J. è l’uomo perfetto che vive in un mondo perfetto e troppo preso dal suo lavoro da accorgersi della donna che dice di amare, mentre Trenton è per eccellenza l’icona dell’uomo “sbagliato”, dal quale dovrebbe fuggire, ma che non si tira mai indietro per offrirle sostegno e amore incondizionato, che le dichiara di provare fin da quando erano bambini. Ma esiste una verità che Trenton non deve sapere e che potrebbe mettere a repentaglio anche la loro relazione.
Niente aveva più senso: il fatto che stessimo ancora insieme, che trascorressi tanto tempo con Trenton o che continuassi una relazione quando qualcuno a cui piacevo, e che mi piaceva, a un metro di distanza, aspettava solo il via libera.
Lo stile della McGuire mi piace, racconta la storia con parole semplici, il testo è molto scorrevole. Quello che si percepisce nella lettura di questo romanzo è l’incredibile sentimento che i due protagonisti vivono: un amore pulito, tenero, ricco di piccoli imprevisti, di ostacoli da superare, sembra quasi che si rincorrano per poi fermasi su un punto preciso: loro! In molti passaggi la lettura è eccitante, accattivante e anche divertente, e come dice una frase del romanzo: “ma era come se fossi caduta nelle sabbie mobili: più lottavo, più sprofondavo…” i protagonisti si dimenano, cercano invano di ignorarsi, provano ad allontanarsi, ma poi sprofondano nella profondità del loro sentimento.
Stavo giusto pensando che potrebbe essere il momento buono per dirti che sei perfetta e che non mi dispiacerebbe se ti innamorassi perdutamente di me.
Uno splendido sbaglio non deluderà le aspettative di chi conosce gli altri tre capitoli. Potremmo considerarlo un capitolo a sé, tuttavia vi sono degli elementi, dei dettagli importanti che si collegano tra loro e che danno un senso al romanzo stesso, facendo rimanere il lettore col fiato sospeso fino all’ultima riga.

LEGGI ANCHE:  Il club degli incompresi, un romanzo di Francisco De Paula

Autore: Monica Pizzi

Vivo a Roma con la mia famiglia, dove sono nata e cresciuta. Amo la lettura e la scrittura da sempre, mi scorre nelle vene come il mio DNA. Ho pubblicato tre romanzi e ne sono orgogliosa! Grazie a questo sito posso dare la mia opinione su quello che leggo, ne sono davvero entusiasta.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest