Dalle ceneri e dal sangue di Federico Ciaccio

dalle ceneri e dal sangue recensione

Più la leggeva e più non ci credeva […] L’emozione d’un tratto lo pervase tutto. Non ci credeva. Era stato così tanto vicino a quell’anello, simbolo del potere imperiale, da non essersi accorto minimamente di quanto fosse importante. Ora però non sapeva dove potesse essere. Si sforzò di ricordare. Chiuse gli occhi e cercò di andare indietro nel tempo. Vagò fra ricordi confusi e dolorosi e d’un tratto capì. Il sogno che aveva fatto poco prima aveva un senso. Francheschetto senza un dito che lo saluta.

La trama

10 giugno 323 a.C., Babilonia. Tolomeo è al capezzale di Alessandro Magno assieme con altri amici, consiglieri e amanti. Esalato l’ultimo sospiro, dalla mano del giovane sovrano macedone cade un anello pregiato. Tolomeo lo raccoglie dal pavimento e lo porta con sé a memoria perenne.

12 agosto 30 a.C., Alessandria d’Egitto. Quando Ottaviano arriva in Egitto, Cleopatra è già morta. L’ultima regina della dinastia dei Tolomei ha al dito un anello importante, lo stesso raccolto secoli prima dal suo avo Tolomeo al capezzale di Alessandro Magno. Ottaviano prende l’anello e lo porta con sé, a Roma.

Roma, 1327. L’Urbe è in balia del caos. Fra tutte, sono le famiglie dei nobili Colonna, Orsini e Caetani ad essere le più violente. Neanche il papa è più in città, costretto a trasferire la propria sede ad Avignone. Franceschetto e Cola di Rienzo sono due umili fratelli del rione Regola, malvisti dai Colonna per via dell’insubordinazione più volte mostrata nei confronti delle loro azioni becere. La vendetta dei Colonna si scaglia su Franceschetto che viene ucciso e poi rapinato del suo anello misterioso, trovato per caso mentre lavorava sulle mura Aureliane.

Cola, dopo la morte del fratello, è disperato. E giura vendetta.

Anni dopo, Cola è un rispettato notaio, personaggio ben in vista nel Comune di Roma, ma non ha dimenticato né il suo proposito di vendetta, né il sogno di restaurare l’Urbe e riportarla al suo antico splendore.

L’autore

Federico Ciaccio è nato a Roma, classe 1987. Cresciuto in una famiglia numerosa, ha conseguito il diploma di maturità classica presso l’Istituto Nazareth di Roma nel 2006. Dopo qualche anno di studi a Giurisprudenza, decide di seguire la sua passione per la storia iscrivendosi alla facoltà di Conservazione dei beni culturali con indirizzo archeologico a Viterbo, città dove attualmente vive.

Lettura e scrittura sono sempre stati una costante nella vita di Ciaccio, fin dall’infanzia, quando già allora fantasticava di poter scrivere una storia tutta sua. Adesso che i tempi sono maturi, arriva il suo Dalle ceneri e dal sangue, sua opera prima edita da Alter Ego.

Questo libro, profondamente legato agli studi e alla passione per la storia antica dell’autore, nasce con un preciso intento che, chissà, in futuro potrebbe farci leggere altre storie sempre firmate da Federico Ciaccio. «Il mio desiderio – ci spiega – è quello di raccontare le vicende di personaggi più o meno noti e ricamarci sopra delle trame avvincenti. C’è un repertorio di fonti immenso dal quale attingere che aspetta solo di essere letto e messo in prosa.»

LEGGI ANCHE:  Soliloquio di un folle | Egidio Capodiferro

Nei progetti futuri dell’autore c’è la laurea e l’intenzione, come appena precisato, di continuare a scrivere.

Potete incontrare l’autore sulla sua pagina Facebook o ascoltarlo nel programma La voce degli scrittori.

Lo stile

Dalle ceneri e dal sangue è un romanzo storico che fa riferimento, fin dal titolo, al sentimento di rinascita insito in ognuno di noi. Così, seguendo le gesta del protagonista Cola di Rienzo, possiamo ben immedesimarci nel sentimento valoroso di cambiare le cose partendo dalla sua stessa vita. Certo, la strada è tutta in salita e le imprese di Cola lo dimostrano, ma soprattutto palesano che «Dobbiamo essere veramente pronti a voler rischiare il tutto per tutto per migliorare la nostra condizione. Dunque – precisa l’autore – è questo il significato del titolo Dalle ceneri e dal sangue

Naturalmente, la storia è in parte romanzata così da permette alla narrazione il giusto fluire. «Ci ho messo dentro un po’ di tutto – spiega Ciaccio -. Tutto quello che sentivo ho cercato di riversarlo nelle pagine del libro. Mi sono ispirato anzitutto alle mie idee che via via ho modellato sempre più, cercando spunti positivi in libri che ho letto e in film che ho visto. Ho anche attinto dalla vita reale di tutti i giorni. In fondo – conclude -, non dobbiamo dimenticare che i personaggi del passato altro non erano che uomini, proprio come noi.»

Dalle ceneri e dal sangue è disponibile per l’acquisto sul sito della casa editrice Alter Ego, su Amazonpresso le librerie Arion di Roma,  presso alcune librerie del circuito Feltrinelli, Mondadori e presso moltissimi librai indipendenti.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

1 Commento

  1. ottimo,di agevole lettura con una trama intrigante

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.