Schede Medievali. Rassegna dell’Officina di Studi Medievali

officina di studi medievaliIl tomo Schede Medievali. Rassegna dell’Officina di Studi Medievali risale all’anno 2012 e ripropone i temi discussi negli Atti del XII Congresso Internazionale di Filosofia Medioevale, tenutosi a Palermo nel 2007 in collaborazione con la “Sociète Internationale pour l’étude de la Philosophie Médiévale” ( S. I. E. P. M.). L’argomento trattato è “Universalità della ragione. Pluralità di filosofie nel Medioevo”.

Il Congresso viene inaugurato presso la Basilica di San Francesco di Assisi, che vede da oltre 750 anni la presenza dei Frati Minori Conventuali della Sicilia ed è sede della medesima OSM e della relativa Biblioteca.

La Rassegna si apre col saluto inaugurale di Gaspare La Barbera, ai tempi Ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali in Sicilia; di seguito una introduzione in francese di Josep Puig Montada, allora Presidente della SIEPM; una prefazione, sempre in francese, di Jacqueline Hamesse, oggi presidente onorario della SIEPM.

L’indirizzo di accoglienza con presentazione degli Atti del Convegno, redatti in italiano, francese e inglese sono a cura di Alessandro Musco. L’indice curato da Pietro Palmieri è relativo a tutti e quattro i volumi degli Atti del Convegno. Il presente tomo consta di 381 pagine e contiene 17 contributi sul tema, da Loris Sturlese a Tullio Gregori.

La rivista

Schede Medievali. Rassegna dell’Officina di Studi Medievali è anche un periodico, oggi annuale, che dal 2001 ha lo scopo di pubblicare ricerche e studi inerenti all’ambito medievale.

Tale rivista si compone di diverse sezioni:

  • contributi degli studiosi
  • postille ai testi di ricerca
  • recensioni
  • schede di volumi
  • saggi a tema
  • studi medievali
  • rassegne su convegni, seminari e incontri di studi
  • ect.

Va sottolineata l’altissima valenza culturale dell’opera cartacea in tempi in cui impera il digitale. La carta col suo profumo sapienziale ricopre un ruolo non sostituibile e l’OSM dà fondo a tutte le risorse culturali per diffondere la cultura medioevale in contesti ampi e diversificati, senza mai peccare di iattanza, ma con misurato orgoglio per quando raggiunto e prodotto. Questo è oggi ancora possibile, considerando il numero esponenziale di riviste cartacee che chiudono, grazie alla sinergia di molti studiosi e appassionati della materia, e alle tante persone che si prodigano per la cultura.

LEGGI ANCHE:  "Le sette principesse": viaggio nella Persia di re Bahram

Per conoscere meglio la rivista e tutte le novità, vi rimandiamo al sito ufficiale di Officina di Studi Medievali

Autore: giovannaalbi

Giovanna Albi nasce a Teramo, dove si diploma al Liceo Classico con 60/60 e lode. Laureata in lettere classiche e in filosofia (due lauree) con 110 e lode ,insegna latino e greco dal 1987 e collabora con l'UNIPG. Ha seguito un tirocinio lacaniano di sette anni a Milano. Scrive dal 2010. Ha pubblicato 4 romanzi e ha vinto concorsi letterari. E' recensionista e critico letterario

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest