La morte è un’opzione accettabile di Gabriella Grieco

gabriella grieco“Se non posso avere giustizia, allora avrò vendetta. Era una possibilità già prevista e non ho nulla in contrario.”

Un ghigno sarcastico attraversò il volto del commissario.

“Ma così salterà in aria anche lei. Ha davvero intenzione di morire? Non le credo.”

“Ciò che crede lei non ha nessuna importanza. Ciò che credo io è che se questo è il prezzo, sono disposta a pagarlo.”

La trama

Per Isabella la morte “è un’opzione accettabile”. La spietata donna creata dall’abile penna di Gabriella Greco non ha paura di morire, anzi, ha già messo in conto la possibilità che questo accada e al più presto possibile. È appena entrata in un commissariato di Polizia e ha preso in ostaggio dei poliziotti, legando loro intorno alla vita una cintura con dell’esplosivo. Non le importa se dovrà sacrificare la sua vita a fronte della morte di altre persone; le circostanze l’hanno portata a volere questo e non c’è nulla che possa farle cambiare idea.

Difficile dire di più sulla trama del romanzo senza rischiare di fare spoiler; si tratta di un giallo, per cui ogni ulteriore dettaglio potrebbe essere di troppo. Quello che ci è concesso, invece, è di focalizzarci sull’autrice e sul suo personalissimo modo di vedere e raccontare sia la realtà che ci circonda sia la “realtà fittizia” creata dalla sua fervida immaginazione.

L’autrice

Gabriella Grieco incarna lo stereotipo della scrittrice ideale: da sempre appassionata di lettura e scrittura, si definisce “poco socievole, ma solo con chi le piace davvero”. Chi le piace davvero? Chi un po’ le assomiglia, quindi chi sa ridere di sé stesso, chi ama gli animali e le passeggiate in montagna, chi non si sente sempre in competizione con il mondo intero. Felicemente sposata, Gabriella vive in quel di Salerno con la sua famiglia allargata: il marito, due figli, un cane e un gatto. Il tempo per scrivere è ritagliato alle attività quotidiane di moglie e mamma ed è rubato ad altre attività che considera inutili, come guardare la televisione o stare in mezzo alla confusione.

LEGGI ANCHE:  Sopravvivere agli zombie – Igor Zanchelli

La scrittura è un’attività che svolge sin da piccolissima, quando non sapeva ancora tenere la penna in mano ma già inventava favole per il suo fratellino; crescendo, questa passione non si è sopita, anzi, ha sempre continuato a creare dei “compagni di viaggio”, come lei stessa li definisce, che oltre a popolare le sue storie le riempissero la vita.

Scrivere resta il suo progetto più grande anche nell’immediato futuro: un romanzo noir sta per essere pubblicato, un altro thriller è in fase di revisione e la trama di un nuovo assassinio si aggira nei meandri della sua mente aspettando di essere messo nero su bianco.

Lo stile

La morte è un’opzione accettabile non è dunque un’eccezione, ma rientra perfettamente nello stile della scrittrice, che sembra preferire le tinte forti alle sfumature che oggi vanno tanto di moda. Un romanzo in cui la violenza incombe ma non predomina, lasciando il posto ad una storia pur sempre drammatica ma narrata con un focus particolare sulla psicologia dei personaggi. Una protagonista forte, una donna coraggiosa che non ha paura di nulla, perché ha imparato ad accettare e contemplare la paura più grande di ogni essere umano: lasciare la vita terrena.

Ma che non si pensi che Isabella sia l’alter ego di Gabriella! Secondo la scrittrice, sono i personaggi a cercare l’autore e non viceversa; Isabella ha dunque preteso di diventare reale, anche se Gabriella le ha dato un volto e un carattere (stranamente somiglianti, nella sua mente, all’attrice Jodie Foster ndr). E chissà che, come giustamente sogna Gabriella seppur non sconfinando da un’ormai rara umiltà, dal suo libro non venga tratto un film, proprio con la Foster a interpretare il ruolo di protagonista.

LEGGI ANCHE:  Di passaggio in Indonesia di Simona Colombo: un diario d'avventura

La morte è un’opzione accettabile di Gabriella Grieco è edito da I Sognatori, ed è disponibile per l’acquisto in formato cartaceo sul sito della casa editrice a 9,90 euro.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest