Nome in codice: Diva, spie ed eros Made in Russia | Jason Matthews

nome in codice: diva

Se le storie di intrighi e spionaggio vi elettrizzano; se siete curiosi di scoprire gli addestramenti e le prove che un vero agente segreto deve sostenere; se non potete far a meno di storie di amore e seduzione; beh, questo è senza dubbio il libro che fa per voi! Nome in codice: Diva vi terrà col fiato sospeso, vi farà tremare, tirare sospiri di sollievo, inorridire, sorridere e (se siete bravi cuochi) anche ingrassare!

La trama

Mosca. Tra le strade della città, un individuo si aggira furtivo, schiva gli sguardi dei passanti e cerca di rendersi invisibile tra le ombre che offrono i palazzi. Lui è Nathaniel Nash, agente CIA, incaricato di incontrare la sua gallina dalle uova d’oro, il suo informatore, la spia nel sistema russo: Marmo. Qualcosa va storto, qualcuno sa dell’incontro e la copertura sta per andare a monte. Il sangue freddo di Nash e l’esperienza di Marmo salvano la missione. Accusato di negligenza, il giovane Nash viene spedito ad Helsinki, ignaro che presto un’altra occasione gli darà la possibilità di riscattarsi.

All’altro capo della città, il primo vicedirettore del SVR (Servizio Intelligence Internazionale) Ivan Vanja Dimitrevic Egorov si domanda come abbia fatto quell’americano da due soldi a farla franca. Ma soprattutto un’altra domanda mette in crisi l’intera Russia: chi li sta tradendo? Chi è quell’informatore che l’agente Nash ha aiutato a scappare? Vanja sospetta che dietro il trasferimento dell’americano ad Helsinki ci sia qualcosa di grosso legato a quella maledetta spia russa! C’è un solo modo per scoprirlo: mandare sua nipote Dominika Egorova a indagare.

Lei che segue i colori nella sua vita, lei che non ha timore di seguire le sue debolezze e le sue curiosità. Dapprima reclutata all’Accademia di Intelligence Estera, Dominika viene spedita all’Istituto Kon, l’ex Scuola Statale Quattro, meglio nota come la scuola delle Rondini: la scuola delle adescatrici insomma. Dove s’imparano tecniche di adescamento e seduzione, come farsi notare e come far ricadere su di sé particolari attenzioni; denudata, giudicata, umiliata: tutto per la Madre Russia. Solo lei ha il potere di sedurre il giovane Nash e portarlo dalla loro parte. Lui, color viola, un bel colore, caldo, sincero e innocente. Come suo padre.

Un estratto da Nome in codice: Diva

“Di ritorno in città, sia Dominika che Nate avrebbero dovuto catalogare le rispettive impressioni, ricordare i dettagli e cominciare ad abbozzare a mente il rapporto da inviare l’indomani. Nessuno dei due lo fece. Al contrario, Nate rimuginò sul contatto con la guancia di lei e sul leggero indugio con cui era salita a bordo; Dominika ripensò alle mani di lui, una sbucciata e una rossa…”

L’esordio letterario dell’ex agente della CIA

Una storia di coraggio e lealtà, ingiustizie e tradimenti. Una sola ragazza contro una Nazione in cui ancora forti sono le parole pronunciate da Stalin: “Est’ celovek, est’ problema. Net celoveka, net problemy” (C’è l’uomo, c’è il problema. Non c’è l’uomo, non c’è il problema).

Se siete dei buon gustai e ai fornelli ve la cavate discretamente, un problema però ce l’avete! Non vi è mai capitato di leggere un romanzo ambientato in una città estera dove non siete mai andati e tra le righe leggere un piatto tipico del posto? Quante volte vi siete domandati: “Chissà cos’è? Com’è? Ma come si prepara?”. In questo caso, dimenticatevi queste domande! Quarantuno succulenti ricette vi attendono alla fine di ogni capitolo.

LEGGI ANCHE:  CITYTELLER: L'APP PER CONOSCERE LE CITTÀ ATTRAVERSO I LIBRI

Se siete perplessi sull’accuratezza e sui minimi dettagli con cui questo romanzo è scritto, vi potrà servire sapere che Jason Matthews, l’autore, è un ex agente CIA: in trentatré anni di carriera ha operato in tutto il mondo è stato impegnato in operazione di reclutamento… e non solo!

Un esordio davvero sorprendente quello di Matthews, vincitore dell’Edgar Award come miglior romanzo d’esordio. Destinato senz’altro a far parlar di sé. Non a caso questo è il libro che Barack Obama si è regalato per la Festa del Ringraziamento. Quindi segnate in agenda. Nome in codice: Diva.

L’opera è edita da BookMe Editore di DeAgostini, e sarà disponibile dal 10 Giugno in tutte le librerie.

Autore: Samanta Di Giorgio

Originaria di un paesino della Basilicata. Ho scoperto il piacere della lettura tardi e, combattuta tra cartaceo e digitale, amo i romanzi rosa da batticuore, i thriller che mozzano il fiato, gli horror che tolgono il sonno, i fantasy e le graphic novel che mi risvegliano la creatività, e i classici, che reputo indispensabili.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest