Daniel J. Morganti: Noi, piccoli tasselli dell’universo

Noi, piccoli tasselli dell’universo

NOI, PICCOLI TASSELLI DELL’UNIVERSO

Tre fratelli, tre modi di essere completamente diversi; tre ragazzi che stanno costruendo il loro futuro. Una vita tranquilla, serena o almeno lo era fino a quel giorno… Un incidente e tutto cambia. Davvero tutto. Viene a mancare non solo la sicurezza economica (la loro eredità è fatta solo di debiti) ma anche la fiducia.

Conosciamo davvero i nostri cari, sappiamo proprio tutto della loro vita, del loro passato? Siamo sicuri che chi ci ama giorno dopo giorno sia davvero una persona meritevole?

Queste sono solo alcune delle domande alle quali i fratelli Floriani dovranno rispondere. Matteo, Fabio e Lorenzo, sempre insieme, un accordo perfetto, una sintonia senza pari: ma sono così uniti solo perché sono fratelli ed è quindi geneticamente obbligatorio, o c’è qualcos’altro?

TRE FRATELLI

Daniel J.Morganti racconta la loro storia, alternando prosa a poesia, alternando fratello a fratello. Sì, perché la storia è raccontata “con gli occhi” dei suoi protagonisti. Ognuno dei fratelli racconta una parte di ciò che ha vissuto. Aggiunge un particolare al sentire degli altri, perché con tutti i tasselli si possa costruire una storia completa, che tenga conto delle sfaccettature dei tre ragazzi.

Un momento difficile quello che si trovano a vivere. Troveranno energie e forze diverse per reagire, per superare, per andare avanti. Nessuno dimenticherà se stesso pur non dimenticando nemmeno gli altri. E in uno stile in cui la narrazione dei fatti si alterna alla poesia dell’anima la storia va avanti, si dispiega sino ad arrivare alla sua conclusione dove tutto ritorna ad avere un senso: anche se a ben pensarci forse, anche nella sua assurdità, questa vita un senso lo ha sempre. Per dirla come Morganti “l’universo immutabile e immenso […], le stelle […], lo spazio […] i pianeti […] e noi, api operose nell’alveare, piccoli esseri che si dibattono impazziti, in cerca d’amore, di gioia, di pace […] spinti a creare un frammento di vita, un segno del nostro passaggio, un piccolo tassello del grande universo…”.

LEGGI ANCHE:  L'hotel dell'inconscio | Stefano Falifigli

Daniel J. Morganti è un autore emergente, un poeta, un filosofo della vita quotidiana. Si cela dietro uno pseudonimo e nulla ci ha voluto raccontare del suo privato. Non svela molto di sé neppure sul suo sito, al quale però vi rinviamo: www.danieljmorganti.it.

Googlando su di lui si apprende che questo è il suo primo libro, l’autore è “un ingegnere elettronico razionale ed organizzato” – dice di se stesso – “ma in grado di esprimersi con una buona dose di ironia e sensibilità”. Sicuramente di sensibilità ne ha da vendere. Lo dimostra in ogni pagina. Nelle sue poesie, nelle sfaccettature dei suoi personaggi.

Descrive bene, o meglio, ci lascia scoprire attraverso i modi di fare, di agire, le diversità dei suoi personaggi. Accettandole, amandole.

L’unica cosa che gli si può criticare, se proprio una critica gliela vogliamo fare, è il buonismo nella sua storia. Persino quando le cose diventano davvero tremende, nella scena più atroce di tutto il libro, quando uno dei suoi personaggi dovrebbe trasudare cattiveria da tutti i pori, neanche allora ci permette di dimenticare la sua essenziale bontà. Ma anche questo fa parte della vita vera, nel corso della quale ognuno recita bene il  ruolo che gli appartiene.

Vale la pena leggerlo, davvero!

Il libro di Daniel J. Morganti è online

Lo trovate in formato e-Book su laFeltrinelli.it (€ 1,99) e sulle principali piattaforme di e-commerce.

LEGGI QUI L’INTERVISTA A DANIEL J. MORGANTI!

Autore: Egidia Lentini

Condividi Questo Post Su

1 Commento

  1. 🙂

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest