La mia lotta per i diritti animali, Tom Regan

La mia lotta per i diritti animali

La mia lotta per i diritti animali

Tom Regan è un filosofo, un animalista, un professore universitario, un uomo che ha fatto della propria vita un esempio etico per coloro che sono venuti dopo di lui.

Questa è la sua storia. Una storia non comune, mai banale, profondamente coerente e brillante.

Nessuno o quasi nasce vegetariano. Nessuno nasce attivista o filosofo. Nessuno nasce guerriero etico. Tutto questo lo si diventa con il tempo, con l’esperienza, attraverso un cambiamento radicale del proprio pensiero e delle proprie azioni.

Questo libro parla di un cammino morale, onesto, in sintonia con un mondo che cambia sempre più velocemente, che si accorge della stretta necessità di proteggere gli animali dalla stessa umanità di cui facciamo tutti parte.

Tom Regan non è superman, è semplicemente un uomo che ha deciso, che ha scelto di essere diverso e di percorrere  in senso contrario ciò che si considera “normalità” per scoprire una nuova realtà.

Perché difendere gli animali? Perché mettere in discussione una forma mentis che ci accompagna da millenni? Perché è giusto, necessario, positivo.

Perché ci sono voci fuori dal coro che possiedono il coraggio di interrompere una melodia in realtà stonata, di cui tutti si sono già accorti, ma a cui ancora nessuno riesce o vuole porre fine, perché il pensiero differente che si fa largo giorno dopo giorno fra altre menti è capace di generare grandi cambiamenti, perché è dal pensiero che tutto nasce e tutto può ancora trasformarsi, perchè una nuova filosofia  nata per abbracciare nuovi concetti ed è già qui.

A volte non abbiamo altra scelta se non mettere in discussione tutto un sistema di pensiero e seguire un uomo o  una donna che ci parlano di qualcosa che non conosciamo, che mai avremmo pensato di conoscere e che ci sfilano il tappeto da sotto i piedi, obbligandoci a cadere, a scivolare verso il nuovo, ad aprire forzatamente gli occhi.

LEGGI ANCHE:  Cara, porto fuori il cane

Tom Regan fa questo. Lo fa con gentilezza e fermezza. Non si torna più indietro.

Ci parla della sua vita con grande onestà, spiegandoci che fino ad una certa età non gli importava nulla degli animali, dei loro diritti e del fatto che esistesse l’opzione di non mangiarli. Poi è successo qualcosa, qualcosa di davvero enorme e potente, capace di farlo ragionare sul “sentire” degli animali non umani. Da quel momento in poi tutto è cambiato. Ha addirittura conosciuto Gandhi, lo ha preso come modello per la sua lotta non-violenta per i diritti animali e per scoprire la propria coscienza.

Un indirizzo universitario ha fatto il resto. Forse non quello che aveva sognato per sé, ma che gli ha cambiato la vita per sempre e l’ha cambiata a milioni di persone in tutto il mondo. È bastato un pensiero, un accorgersi che qualcosa non quadrava con quello che gli avevano sempre raccontato. Tutto è cominciato da lì.

Tom Regan è uno dei massimi filosofi animalisti viventi, ha tenuto conferenze in tutto il mondo parlando a studenti e studentesse provenienti da ogni nazione con la saggezza di un amico e con la lucidità di un vero maestro moderno, ma anche a persone che desideravano capire la ragione del suo lavoro e della sua costante ricerca filosofica. Non si è mai risparmiato e questo libro ne è la prova.

Una lettura necessaria, mai fuori moda e che mantiene la propria forza pagina dopo pagina.

Autore: Passerotto gallego

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest