Susanna Tamaro presenta Ogni angelo è tremendo

Ogni angelo è tremendo – Susanna Tamaro

Susanna Tamaro torna in libreria con Ogni angelo è tremendo (su lafeltrinelli.it a € 14,02). Un’autobiografia in forma di romanzo. Ieri sera ospite di Fabio Fazio nella trasmissione “Che tempo che fa” ha spiegato il senso di questo suo nuovo lavoro.

È un’autobiografia non cronologica perché il suo interesse, a questo punto della vita, è stato capire cos’è la scrittura. Cosa è stata per lei e perché è arrivata nella sua vita. Non ha mai desiderato fare la scrittrice. Non ha mai avuto questa ambizione.

La scrittura nella sua vita è una stata come “una tegola sulla testa”. Attraverso Ogni angelo è tremendo, ha voluto raggiungere la radice di questa tegola. Scavando è giunta a capire che la scrittura è una “sofferenza terribile. Qualcosa che ti corrode da dentro, che ti consuma, con una distruttività spaventosa. Resistere è veramente difficile”. Ma è anche una cura, una grandissima terapia per gli scrittori e per le persone “normali”.

Anzi, Susanna Tamaro afferma di essere sopravvissuta al suo dolore anche perché scriveva e poteva condividerlo. Un dolore che arriva dall’infanzia, da lontano. Dal rapporto con i genitori. Un dolore antico. Sin da bambina ha capito cos’è il non-amore. Com’è possibile vivere o non vivere del non-amore. Questa è stata la molla nella sua vita. Si può scegliere di continuare a vivere nel non- amore oppure andare verso un’altra direzione. Ricorda infatti il senso di enorme compassione che da bambina provava per i suoi genitori incapaci di essere tali.

“Alla luce di questo libro”, ha sottolineato Fabio Fazio nella sua intervista, “gli altri assumono una connotazione diversa”. Claudio Magris in un articolo sul Corriere della Sera ha scritto che “questa autobiografia è un libro geometrico e insieme arioso come il vento col quale inizia”. E cioè l’ambientazione triestina della sua nascita.

Susanna Tamaro definisce la scrittura “indagine sul dolore”, attraverso cui si entra nel cuore dell’uomo, nella profondità e quindi nelle tenebre. È un viaggio pericoloso, necessario, liberatorio. Un libro è tale quando il dolore di chi scrive riesce ad illuminare il dolore di altre vite e quando riesce ad aiutare gli altri nel mettere a fuoco le cose che lo stesso autore, prima di loro, ha messo a fuoco.

In Ogni angelo è tremendo, Susanna Tamaro si racconta anche attraverso i ricordi dell’infanzia: l’incontro con il poeta Giuseppe Ungaretti, Marcel Proust l’autore amato da sua madre e odiato da lei e da suo fratello. Paragona la sua vita a quella di un lepidottero. Avverte e non nasconde la sua fragilità dovuta ad un’affettività mancata nella sua infanzia, ma ammette che se non avesse avuto questi genitori, non avrebbe fatto la scrittrice. La scrittura non si può insegnare, ma è un processo lungo e solitario che solo con il tempo può essere migliorato.

Susanna Tamaro, nata a Trieste nel 1957, ha studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia, diplomandosi in regia. Per dieci anni ha lavorato per la televisione, realizzando documentari scientifici. È una delle scrittrici italiane più conosciute e amate in tutto il mondo. Ha pubblicato romanzi per adulti di straordinario successo di pubblico: La testa fra le nuvole (1989), Per voce sola (1991), Va’ dove ti porta il cuore (1994), Anima Mundi (1997), Cara Mathilda (2001), Rispondimi (2001), Fuori (2003), Ascolta la mia voce (2006), Baita dei pini (2007), Luisito (2008). A questi si affiancano anche delle narrazioni per ragazzi: Cuore di ciccia (1992), Il cerchio magico (1994), Tobia e l’angelo (1998), Papirofobia (2000), Il grande albero (2009). E dei saggi: Verso casa (1999), Più fuoco più vento (2002), Ogni parola è un seme (2005). Nel 2000 la scrittrice ha istituito la Fondazione Tamaro, ente che si alimenta esclusivamente con i diritti dei suoi libri e con eventuali donazioni, contribuendo allo sviluppo di progetti a favore delle categorie più deboli nel mondo intero.

Susanna Tamaro, dal 1994, ha venduto più di 15 milioni di copie in tutto il mondo con Va’ dove di porta il cuore, inserito, in occasione delle celebrazioni per l’Unità nazionale, fra i 150 Grandi Libri che hanno segnato la storia d’Italia.

Leggi anche:

Hai trovato interessante questo articolo?

Aiuta questo sito a promuovere gli autori emergenti, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>