L’isola dell’amore proibito, un libro di di Garvis-Graves Tracey

L'isola dell'amore proibito

Tre lunghi anni su un’isola, lontani dalla realtà. Una storia d’amore e di passione.

Un fenomeno editoriale planetario. Edito da Garzanti, arriva in libreria l’ultimo romanzo di Garvis-Graves Tracey, un’autrice statunitense che ha esordito con il primo romanzo dal titolo On the Island. La scrittrice e blogger americana ritorna sulla scena letteraria con il suo nuovo libro dal titolo, L’isola dell’amore proibito. Il romanzo, già acquistabile sul sito LaFeltrinelli al prezzo di € 9,99, è un fenomeno editoriale senza precedenti. Siamo davanti a un caso di selfpublishing che in pochissime settimane ha venduto più di 200.000 copie solo negli Stati Uniti. Il libro, pubblicato nel 2012 da una delle più importanti case editrici americane dopo un’asta milionaria, ha scalato tutte le classifiche. “Una storia d’amore unica, intrisa di travolgente romanticismo e intensa come la vita, sullo sfondo del mare incontaminato dell’oceano Indiano. Un viaggio imprevedibile. Un paradiso incontaminato. Un amore più forte del destino.” Il tutto narrato in uno stile semplice e scorrevole. Con una particolare attenzione ai dialoghi e meno alle descrizioni.

La protagonista femminile del romanzo è Anna che si ritrova, all’improvviso, davanti a una distesa sconfinata di un mare, l’acqua cristallina dalle mille sfumature lambisce i suoi piedi nudi. Apre gli occhi e davanti a lei, dal turchese allo smeraldo più intenso, mille colori si infrangono lungo la linea dell’orizzonte. Intorno, una spiaggia. Sabbia dal bianco accecante, ombreggiata dalle palme. Le dita di Anna stringono la mano di T.J., un ragazzo disteso accanto a lei. T.J. è esausto dopo averla trascinata fino alla riva.

La ragazza, però, non ricorda nulla di ciò che è successo. Nella sua testa, solo un viaggio in aereo, la superficie blu che si avvicina troppo velocemente e gli occhi terrorizzati di quel ragazzo, T.J., un ragazzo di sedici anni a cui dovrebbe dare ripetizioni per tutta l’estate. Era un lavoro inaspettato, ma le Maldive la stavano aspettando. Lei, insegnante trentenne, è partita per un disperato bisogno di fuga da una relazione che non sembrava andare da nessuna parte.

Le loro vite passate non sono più importanti. Anna e T.J. sono naufraghi in un’isola deserta. Sopravvivere fino ai soccorsi sembra essere la priorità. Il tempo si dilata: i giorni sembrano anni. Quel paradiso è pieno di pericoli. Lottare per la vita sembra essere l’unica cosa sensata da fare ora. Devono imparare a lottare insieme ora, a sconfiggere le avversità, le malattie, la sete, la fame. E per Anna, stare accanto a un ragazzo che sta diventando uomo non è facile: la loro semplice amicizia diventa ogni giorno qualcosa in più. Attimo dopo attimo si trasforma in un’attrazione che li lega sempre più indissolubilmente. Tre anni sull’isola, tre lunghi anni serviranno a legarli in maniera indissolubile, a diventare una sola anima. Ma in quell’angolo di paradiso, malgrado tutto, sembra tutto più semplice. Le complicazioni sorgeranno quando i due, grazie allo tsunami del 26 Dicembre 2004, verranno salvati e riportati alla vita di Chicago. È proprio in quel momento che i due scopriranno se il loro amore sarà così forte da resistere agli attacchi e agli ostacoli del mondo reale.

 

Leggi anche:

Hai trovato interessante questo articolo?

Aiuta questo sito a promuovere gli autori emergenti, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>