Uomini, critiche e amori: opera prima di Andrea Pezzotta

Uomini critiche e amori, un libro  di Andrea PezzottaUomini, critiche e amori è la raccolta di poesie di Andrea Pezzotta. Esordio del giovanissimo autore con la Book Sprint Edizioni (su bol.it a €  11,30).

 Nato il 28 aprile 1995 a Cecina, Andrea Pezzotta ha sempre dimostrato sin da piccolo il suo interesse per l’arte. Primo amore la musica, che ben presto però ha fatto posto alla letteratura e alla poesia.

 Andrea inizia a scrivere all’età di quattordici anni, partecipa a vari concorsi letterari e inizia così, componimento dopo componimento, a lavorare alla sua prima raccolta di poesie: Uomini, critiche e amori.

Si tratta di 99 componimenti che immortalano sulla carta sentimenti, emozioni, ricordi, pensieri, riflessioni. Ecco ad esempio un passo dell poesia E cosa rimane: […] Restano amare distanze / Così troppo vicine, / E lontane sentenze / Esplose come mine. / Eppure noi siamo, / Dopo ogni guaio / Noi siamo… /Anche se in ombra cadiamo […]

Andrea Pezzotta, ci tiene a precisare sulla quarta di copertina che ogni suo componimento è nato “dalla più completa impulsività. Non sarà quindi difficile trovare componimenti che si contrastano o che sembrano annullarsi a vicenda. Saranno quindi delle opere paradossali, che renderanno ancora più marcato il concetto di dualità che per il momento sta crescendo in me”.

Son così: […] Mi duole dirlo / ma ecco il vero: / noi assassini / uccidiamo ciò che siamo / … Ma non mi rassegno, / son solo nebbioso,/ ché io in quanto umano sono così […]

Sono opere impulsive. Le definisce così lo stesso autore. Svelano l’adolescenza, quel periodo in cui “tutto ci sorprende e nulla ci appartiene ancora”. Sogni, nostalgie, impertuosi sentimenti ed illusioni tradite.

 Inferno: […] Inferno è lo stare lontano / in un mondo dove tu rimani sola illusione, / Inferno è la mattina, / dove svegliandomi mi accorgo che sei stata solo un sogno […]

LEGGI ANCHE:  "Mai più così vicina" di Claudia Serrano

Lo stile acerbo e fresco di Andrea Pezzotta, che ne denota la sua giovane età, lascia però trasparire una maturità frutto della padronanza del suo stile e dell’amore per la letteratura.

L’autore scrive ai lettori affidando i suoi versi: “Non conta il messaggio che ho nascosto all’interno dei miei versi, conta però il messaggio che voi donerete ai miei versi. Con queste poesie, io non voglio dire nulla. Con queste poesie sarete voi a dire tutto”.

Buona lettura…

Autore: Mariapaola De Santis

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.

Pin It on Pinterest