Cime Tempestose di Emily Brontë

Quando si vuole dell’amore un ritratto concreto, intriso d’una vocazione incline alla distruzione, è il momento migliore per leggere Cime tempestose di Emily Brontë, edito da Giunti Editore e disponibile su Bol.it a soli € 5,95. Romanzo basato su un impianto narrativo geometrico, ma su cui s’agitano personaggi passionali, inquadrati nella disciplina sociale di una Inghilterra classista. Cime tempestose non è solo questo. Opera persino l’impeto del sovrannaturale, s’annidano nelle sue pagine misteri e ambiguità destinati a restare insoluti. Una vena di gotico che attraversa quel paesaggio definito “vero paradiso del perfetto misantropo”. Il palcoscenico ideale per mette in scena l’inaridirsi della fiamma passionale, farsa trasfigurata in tragedia.

La struttura narrativa. Il romanzo si gioca su marcate simmetrie: due i filoni generazionali in cui si innestano i personaggi. Questi occupano esattamente 16 capitoli dei totali 32. La simmetria si ripete anche nelle due famiglie (i Linton e gli Earnshaw), formate da un soggetto principale e da un fratello/sorella. Armonia spezzata dall’introduzione di un elemento esterno, ovvero Heathcliff.

Come primo espediente narrativo riscontriamo l’inizio in medias res, nel mezzo della vicenda. Fattore che porta fenomeni di analessi e prolessi, evocando fatti lungo un piano narrativo teso a valorizzare, al contempo, il racconto e la curiosità verso la storia.

Gli ho dato il cuore e lui lo ha preso soltanto per stritolarlo a morte e scagliarmelo sulla faccia… Gli esseri umani sentono con il cuore, Ellen, e poiché lui il mio lo ha distrutto, non posso più provare alcun sentimento nei suoi riguardi; né vorrei provarlo, nemmeno se lo vedessi gemente a patire da questo momento fino al giorno in cui morirà, e anche se versasse lacrime di sangue per Catherine!”. La potenza espressiva di queste parole suscita un’immediata forza visionaria, tale capacità ha reso Cime tempestose il soggetto ideale per trasposizioni cinematografiche e televisive.

LEGGI ANCHE:  Il dottor Zivago di Borìs Pasternàk

Potrebbe essere questo un primo approccio alla conoscenza di un’opera immortale, un perno imprescindibile della letteratura inglese.

Autore: Iacopo Bernardini

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest