Profumo di carta, nasce Paper Passion

Profumo Paper PassionImmaginate una metropolitana nell’ora di punta: affollamento all’inverosimile e caleidoscopio di varia umanità. C’è chi è perso nei propri pensieri, chi chiacchiera affabilmente con il vicino e chi, invece, a costo di spezzarsi l’osso del collo alla prossima fermata, è intento a leggere il proprio libro in posizione simil tetris. E così, nell’aria, si mescola alla folla il profumo delle pagine di un libro, quello buono, di pagine nuove, fresche, inesplorate; uno di quei profumi che sovrastano la mente sugli altri e ti spingono a sbirciare verso il passeggero che piantona accanto a te la porta della metro. Oppure non è così?

Nell’era del digitale, quando ormai anche i dati Editech 2012 confermano il nuovo trend sempre più in voga della preferenza degli ebook anziché del libro cartaceo, la situazione nelle metropolitane nostrane potrebbe non essere più la stessa, ed anzi, il magico profumo di pagine di libro addirittura svanito per lasciare lo spazio a tablet e ebook reader. Probabilmente, è proprio pensando e temendo una fantomatica estinzione del libro che lo stilista Karl Lagerfeld, in collaborazione con il magazine Wallpaper* e la casa editrice Steidl Books, abbia deciso di realizzare Paper Passion, la nuova fragranza della casa di moda tedesca che “sa di libro”.

Per realizzare concretamente questo bizzarro profumo dall’evocativo nome Paper Passion, è stato chiamato Geza Schoen, il maestro dei profumi Made in Germany, che ha mescolato fra loro 13 essenza primarie per realizzare il profumo di carta, un profumo che Schoen stesso ha definito con un “odore industriale, asciutto e grasso”.

Paper Passion diventa così la nuova eccentricità di Lagerfeld declinata in versione culturale, ma che deriva sicuramente dalla smodata passione del creativo tedesco per i libri e per la tecnologia, tant’è che di un semplice profumo di carta si è curato non solo il lancio sul mercato, ma maniacalmente anche la confezione, che non poteva che essere a forma di volume cartaceo. «Hai un libro, lo apri, c’è una bottiglia dentro e odora di libro – ha spiegato Schoen -. Potrebbe essere eccentrica, ma in realtà è un’idea semplice e lineare».

LEGGI ANCHE:  Elisabetta, lo stile di una regina

E mentre i detrattori già parlano di estinzione del libro cartaceo e del profumo di carta come unico ricordo per un futuro apocalittico per il caro buon vecchio volume da scaffale, il profumo Paper Passion è da pochissimi giorni in vendita, disponibile online sul sito Steidlville.com al prezzo di 85 euro.

Ora, perdonate la franchezza, ma per quanto possa essere simpatica l’idea di un profumo di carta, sinceramente dubito che i libri cartacei vedranno l’estinzione nel giro di pochi anni. Non esiste emozione, sensazione ed intensità più pura di quella che può e sa regalare un libro, l’odore di pagine nuove, fresche di stampa, il profumo di un continente ancora da scoprire, vergine seppur lussurioso, pronto per offrirci uno spettacolo di sensi e cognizione. Signori, scusatemi ancora un volta: il profumo di carta regaliamolo per diletto, ma poi corriamo in libreria a riempirci i polmoni di sana e reale essenza stampata!

Autore: Laura Landi

Sono ­ per ammissione estrema ­ lettrice compulsiva, anche se molto molto esigente. Andare in libreria mi fa sentire come Alice nel paese delle meraviglie. Il mio amore letterario segreto? Gabriel García Márquez.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest