Viaggio in Alaska: il diario di un’esperienza alla portata di tutti e una guida per programmare la propria avventura

copertina - Viaggio in AlaskaSiamo qui per un peschereccio, uno di quelli che solcano le gelide e inquiete acque del mare di Bering per strappare l’oro rosso alle profondità dell’oceano. L’acqua è l’elemento dominante:
l’acqua solida dei ghiacciai, l’acqua increspata dell’oceano, l’acqua fitta della pioggia persistente
.”

L’incipit di Viaggio in Alaska ci porta immediatamente nella natura, protagonista assoluta del libro, e in quell’atmosfera da Ultima frontiera che si respira nella terra del grande nord. L’Alaska è, nel mito di molti di noi, la terra dei viaggiatori estremi, di coloro che zaino in spalla affrontano gli impervi territori, il clima rigido, il pericolo degli animali selvaggi veri sovrani di questa terra. Il libro invece ci presenta un modo del tutto “normale” – come lo definiscono gli autori Roberto Venturati e Gabriella Mazzon Venturati che lo pubblicano con lo pseudonimo di ScriCal – di affrontare quest’immenso territorio. Un viaggio che non è confinato solo nelle possibilità di giovani escursionisti ma che tutti possono fare, anche famiglie con i bambini o persone che magari cominciano a contare qualche anno in più sulle spalle. E in effetti la scommessa del libro è tutta qui, l’aver trovato l’avventura nella normalità.

Organizzato in completa autonomia dagli autori, il viaggio raccontato nel libro, tra l’altro corredato da numerose foto, si svolge in una zona non molto conosciuta, la Kenai Peninsula, protuberanza a sud di Anchorage che si affaccia sul golfo dell’Alaska. Il racconto si sviluppa in forma di diario offrendo una finestra su un mondo che può essere decisamente diverso dal nostro, sulle genti che lo abitano e sulla storia che lo ha percorso; come le tracce ancora vive e presenti del passato russo. La natura, per forza di cose, prorompe con la forza di scenari inusitati ai nostri occhi e diventa essa stessa personaggio vivo nelle pagine del libro. L’imponenza dei ghiacciai che si riversano nell’oceano la cui bellezza toglie il fiato, l’emozione dello schiocco che rompe il silenzio e che prelude il distacco di un blocco di ghiaccio. E poi un’altra emozione, quella del contatto diretto con gli animali: gli imponenti alci, l’altera aquila dalla testa bianca, le simpatiche Pulcinella di mare.
Non ultimo, nel racconto del viaggio, è l’incontro con le persone, un caleidoscopio di personaggi che aggiungono un loro pezzo di storia parlando di sé e di questo loro paese dove tutti si sentono ospiti e che amano senza condizioni.

LEGGI ANCHE:  "La sorella cattiva" di Véronique Ovaldé

Viaggio in Alaska è una lettura per chi voglia conoscere un aspetto diverso da quello abitualmente proposto di questo grande paese, è una lettura per coloro che vogliano programmare un viaggio e anche per coloro che sanno che non ci andranno mai ma vogliono lasciarsi trasportare in un mondo inusitato che emerge vivido nella descrizione dei luoghi, dei personaggi e dalle foto del libro.

Scheda del libro:

  • Titolo: Viaggio in Alaska
  • Autori: Roberto Venturati, Gabriella Mazzon Venturati
  • Editore: ©scrical.it, 2011, Milano
  • Formato 15×23 – Copertina Morbida – colore – 168 pag.
  • Ean: 2120006019634

Dove acquistare il libro:

  • Sul sito: ilmiolibro
  • Ordinabile presso le librerie Feltrinelli
  • Versione Ebook per Kindle su Amazon.de

Autore: scrical

Condividi Questo Post Su

Trackbacks/Pingbacks

  1. L’eleganza del riccio. Recensione di un romanzo che racconta la bellezza dell’interiorità di una portinaia | RecensioniLibri.org - [...] ci viene presentata attraverso un diario, pagine e pagine in cui si racconta e narra l’ambiente in cui vive,…

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.