31 ottobre, il thriller dell’autore emergente Glauco Silvestri.


L’incipit, in medias res, proietta il lettore nell’atmosfera inquietante della Bologna notturna.
Di giorno una città calda, rassicurante, con i suoi muri rossi, i portici protettivi e i gridolii dei bambini per le strade…con il calare delle tenebre si snoda però in un intrico di vicoli insidiosi,anfratti sconosciuti, popolati da silenzi assordanti.
La notte del 31 ottobre un uomo-ombra incomincia a vagare per la città, al suo passaggio solo freddo e giovani vite spezzate.
Incaricato di indagare sugli omicidi, il tenente Alessandro Volpi e un membro della Scientifica, Marcella, donna dalla forte personalità magnetica.
Il killer sembra colpire a caso le sue vittime ma ha un modus operandi rigoroso: squarcia loro il petto lasciando alla vista le interiora, puntuale pasto per un gatto nero sempre ed inspiegabilmente presente sul luogo del delitto.
Non c’è il tempo di affezionarsi alle future vittime, presentate fugacemente nei loro ultimi istanti di vita, non si riesce così a rimanere particolarmente sconvolti dalle loro morti atroci.
E’ proprio la mancanza di respiro la costante del racconto, la cui trama si snoda inesorabile lungo le sue 126 pagine , non permettendo un istante di stasi, una riflessione, una boccata d’ossigeno.
Il tenente Alex e Marcella sono coinvolti in una indagine forsennata, inseguendo il misterioso assassino in grado di scomparire senza lasciare traccia, o quasi.
Ventiquattr´ore non sono mai sembrate così lunghe e nell´arco di una sola giornata bisogna riuscire a dare una spiegazione, anche se apparentemente impossibile, a delitti concretamente inspiegabili.

Nella notte in cui i bambini, travestiti da fantasmi, vampiri e terrificanti mostri girano innocentemente la città, suonando i campanelli con la nota richiesta: “dolcetto o scherzetto”, l´uomo-ombra uccide ancora, proprio richiamato dalle antiche motivazioni di questa tradizione straniera.

Rischiarato dalla fiamma di una zucca di Halloween il macabro inseguimento del killer sembra volgere al termine.

Nella notte in cui le leggi di spazio e tempo rimangono sospese, permettendo al mondo degli spiriti di congiungersi con il mondo dei vivi, il tenente, guidato da una spiacevole premonizione, lotta per un´ultima corsa contro il tempo.

Una leggenda, una buona dose di mistero e la cruda realtà di un corpo senza vita sono gli ingredienti di questo nuovo romanzo di Glauco Silvestri.

Una lettura facile e scorrevole, un pizzico intrigante, e un assolutamente non scontato finale sono il frutto dell´impegno di quest´autore emergente di cui bisogna sicuramente apprezzare la passione per la scrittura, che lo ha portato a dividersi tra lavoro e quello che è solo un hobby perché, purtroppo si sa, litterae non dant panem.

Un hobby proficuo, il suo, che lo porta ad un continuo evolversi, migliorarsi come si nota procedendo nella lettura, dove forse una maggiore fiducia in sé stesso porta una scrittura più fluida e un epilogo interessante.

Rimaniamo in attesa di altre notizie dell´autore e confidiamo nel suo prossimo lavoro.

LEGGI ANCHE:  Festa della Donna: una rosa di libri per Lei

Autore: admin

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.