Il cacciatore di aquiloni

Autore: Khaled Hosseini

Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan – il ragazzo dal viso di bambola, il cacciatore di aquiloni – è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul.
Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati. Ma ad attenderlo, a Kabul, non ci sono solo i fantasmi della sua coscienza. C’è una scoperta sconvolgente, in un mondo violento e sinistro dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più. Trent’anni di storia afgana – dalla fine della monarchia all’invasione russa, dal regime dei Talebani fino ai giorni nostri – rivivono in questo romanzo coinvolgente e pieno d’atmosfera.

Autore: admin

Condividi Questo Post Su

3 Commenti

  1. Ho appena finito di leggere il libro e…mi sento ancora sooto il suo “effetto”!!E’ meraviglioso, sarò anche una lettrice accanita ma me lo sono mangiata in un solo pomeriggio!Come non sentirti coinvolto nel racconto dal sapore così attuale ma che al tempo stesso descrive una società basata ancora su regole antichissime…L’onore e l’orgoglio, noi “occidentali” ce ne siamo forse dimenticati?
    Si può morire per una fiaba, per non averla potuta ascoltare.

  2. il libro e’ di una banalita’ esterma . mi stupisco che sia cosi’ popolare. ci sono cascato. non sono riuscito a terminarlo e la lettura mi ha irritato molto. pensando a quanti bei libri sono sconosciuti

  3. incuriosita da altre persone, l ho preso. e dovrei ringraziarle! una storia che ti tocca nel profondo. certo non è così dall inizio alla fine, anzi da quando amir ritorna è hollywoodiana da morire, ma ti senti preso dalla realtà così diversa dalla tua. vorresti sculacciarlo e metterlo in punizione un bambino così viziato come amir; e regalare il mondo ad un altro come hassan. eppure siamo tutti come il primo. ma nessuno coraggioso come lui.bellissimo!!

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.