Armi d’Italia

Autori: Riccardo Bagnato – Benedetta Verrini

Il mercato delle armi vede il nostro Paese piazzato tra i primi dieci produttori mondiali. Si delinea un panorama inquietante, in cui i diritti umani vengono soppiantati dalla logiche peverse del profitto, ormai senza controllo.
Mine antiuomo, elicotteri sofisticatissimi, rivoltelle con impugnatura e mira di prim’ordine, ecc. costituiscono il fiore all’occhiello, il vanto più sfacciato di una realtà che fa della morte e dello spargimento di sangue un business ricercato e assai allettante per la grande finanza, i magnati dell’industria e certi rappresentanti politici.

LEGGI ANCHE:  Il campo di battaglia è il cuore degli uomini

Autore: admin

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest