Intervista a Nicola Adiletta, autore de "Ordine Crepusculum 1- Il Lamento degli Innocenti" Intervista a Nicola Adiletta, autore de "Ordine Crepusculum 1- Il Lamento degli Innocenti"

Intervista a Nicola Adiletta, autore de “Ordine Crepusculum 1- Il Lamento degli Innocenti”

Nicola Adiletta nasce nel 1991 a Nola (NA). Vive a Sarno (SA) e studia presso l’Università degli Studi di Salerno alla facoltà di Giurisprudenza. Tra le sue passioni rientrano i libri, la musica, il fantasy in ogni sua forma e tutto ciò che riguarda il campo culturale. E’ stato organizzatore di eventi musicali a livello locale e ha partecipato a progetti culturali come “Oculus Aquilae”.

Parliamo subito del tuo ultimo libro, Ordine Crepusculum 1- Il Lamento degli Innocenti. Raccontaci brevemente la trama e in quale genere si colloca.

Questo libro di genere fantasy narra di un mondo fantastico che è minacciato dall’Armata delle Tenebre guidata dal loro signore immortale il Re dei Demoni. A contrastarli vi è un pugno di eroi che fanno parte dell’Ordine Crepusculum, un Ordine di cavalieri che si destreggiano sia nelle arti militari che in quelle arcane.

Parlaci di te e del tuo amore per la scrittura: come nasce?

Per puro caso. Ho sempre desiderato scrivere un libro tutto mio, così una sera ho preso carta e penna e ho cominciato a scriverne la trama. Da allora non mi sono più fermato.

Quanto tempo hai impiegato a scrivere questo libro? Descrivi un po’ l’atmosfera e l’ambiente, lascia che i lettori possano immaginarti mentre sei intento a scrivere.

Un anno per scriverlo, mentre per revisionarlo e pubblicarlo ce ne ho messi altri due. Sono in una casa confortevole e scrivo freneticamente il romanzo su di un tavolo di legno ascoltando delle colonne sonore fantasy

Sappiamo che hai uno stile tuo, ma stando al gioco, a quale autore del presente o del passato ti senti (o aspiri) di somigliare e in quali aspetti? Fai un gioco analogo per il tuo libro.

Sicuramente nel mio libro mi rifaccio molto a Tolkien, autore de Il Signore degli Anelli prendendo spunto dal suo stile letterario, nonchè dalla voglia di creare un vero e proprio universo parallelo.

LEGGI ANCHE:  Intervista a Lisa Di Giovanni e Marco Sciame, autori de "Human's end"

Se dovessi consigliare una colonna sonora da scegliere come sottofondo durante la lettura del tuo libro, cosa sceglieresti?

Volendo scegliere una canzone suggerirei “Emerald Sword” dei Rhapsody of Fire.

Un’ultima domanda per salutarci. Rivolgiti ai nostri 300.000 mila lettori, con un tweet in 140 caratteri.

Ciao a tutti! Un abbraccio forte dal vostro amico Nicola! Spero che il mio libro vi piaccia! E’ una bella storia ed è innovativa!

Autore: Redazione

Condividi Questo Post Su