Come ti cambio la vita in un weekend | Patrizio Giulio Cesare Moramarco

A proposito di “Come ti cambio la vita in un weekend”

Due amiche, un week-end, il desiderio di rivalsa…ed è così che ci si arma per invertire la rotta della propria vita! Roby e Chiara sono due ragazze intraprendenti e femminili, che decidono di mettere a frutto il proprio tratto felino.
Un loro amico comune, Jimmy, frequenta locali di lusso e la parte benestante della città e sarà lui che le aiuterà ad accedere in quel mondo finora inavvicinabile. Le due ragazze hanno carisma, sex-appeal e femminilità e cercheranno in ogni modo di entrare a far parte di questo mondo.
Un week-end, due soli giorni e due sole notti per capire quello che poi, in fondo, stavano cercando: la sensibilità delle due si fa spazio con le unghie e con i denti, per vincere contro il materialismo e la costante esigenza di apparire che devasta la nostra società.

Questa l’essenza del romanzo d’esordio di Patrizio Giulio Cesare Moramarco “Come ti cambio la vita in un weekend”, con cui l’autore mira a mettere a nudo la società e il suo decadimento morale: affarismo, competizione, violenza ormai lasciano poco spazio ai valori di questa società frustrata.

Troppo egoisti e concentrati su aspetti materiali e irrilevanti, gli uomini e le donne contemporanei stanno via via perdendo il contatto con la realtà e con ciò che li circonda.

È come se avessimo deciso di indossare una maschera e scelto di vivere nella società dell’apparenza, dove la falsità la fa da padrone sull’etica morale e sui valori.

Ed ecco che l’autore prende in mano la penna e comincia a raccontare il mondo che lo circonda e i cambiamenti, in alcuni casi repentini, a cui le persone sono costrette.

Come ti cambio la vita in un weekend” vuole proprio far questo: raccontare come il cambiamento non sempre arrivi lentamente, ma delle volte in maniera repentina… un solo week-end, tanto può bastare per cambiare la vita e il tuo modo di considerare la realtà circostante.

Da qui anche il senso del titolo del romanzo breve, principalmente indirizzato alle donne, che in maniera ironica e accattivante descrive le vicissitudini di due ragazze alle prese con un week-end che volge dall’ordinarietà alla trasformazione.

Alla fine della telefonata Roby si accascia seduta al pavimento in preda di un raptus nervoso che si trasforma in un lungo e triste pianto.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina facebook dell’autore.

Lo stile

Un romanzo veloce che si legge d’un fiato, per raccontare come il modo di vedere la vita e la società possano cambiare in davvero poco tempo, il tempo di un week-end.
Rivolto maggiormente a una platea femminile, il racconto di Patrizio Giulio Cesare Moramarco potrebbe suonare una colonna sonora che segni il passo dell’evoluzione.
I primi capitoli segnano il tempo del desiderio e della perversione, quasi a suonare il ritmo di “Simpathy for te Devil” dei Rolling Stones, per passare a un finale più intimista, che secondo lo stesso autore potrebbe essere meglio rappresentato da “Piccola stella senza cielo” di Ligabue.

Un racconto attuale in cui potrebbe essere facile riconoscersi; un racconto scorrevole e leggero che, tra le righe, vuole lasciare lo spunto ai lettori per sorridere e riflettere.

Per l’acquisto del romanzo di Patrizio Giulio Cesare Moramarco, cliccate qui.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.