Dall’inferno si ritorna di Christiana Ruggeri

dall'inferno si ritorna christiana ruggeriLa giornalista Christiana Ruggeri dà voce ed intensità alle parole di una bambina di cinque anni che racconta dell’ultimo genocidio del XX secolo: l’Olocausto ruandese di Kingali.

Con Dall’inferno si ritorna, la Ruggeri riprende la vera storia di Bibi, nome di fantasia di una delle superstiti del massacro, oggi studentessa di medicina a Roma, che ha voluto raccontare il suo trascorso per non dimenticare.

Un racconto toccante, un pezzo di storia ancora poco contemplato dall’editoria nostrana, ma che non va lasciato all’oblio.

La trama

13 aprile 1994. Kigali, Ruanda. Bibi è con la sua famiglia – mamma, fratellino, zia e cuginetti – quando un gruppo armato di hutu entra con violenza in casa sua e compie una strage. Il massacro insensato che ormai stravolge la città da sei giorni (non) ha bussato alla sua porta e si è portato via, con ferocia, tutti.

Ma Bibi si sveglia, non è morta. Nell’aria un odore pungente e la voglia di bere succo d’ananas. Eppure ha un braccio dilaniato, l’addome perforato da più colpi di arma da fuoco, e lesioni sia alla testa che alla nuca provocate dai calci ricevuti.

Bibi adesso è sola.

Comincia così la sua odissea per arrivare fino allo Zaire, assieme ad uno sciame di profughi (un milione e duecentomila) in fuga da morte certa.

Bibi riesce a fuggire, a mettersi in salvo. Oggi vive in Italia ed è una studentessa di medicina a Roma.

Acqua fredda dal cuore, ecco cosa sentivo quando mi parlavano della mamma e io non me l’aspettavo.


Il genocidio in Ruanda

Un capitolo cupo e violento della storia del XX secolo, un genocidio in piena regola che dal 6 aprile 1994 fino alla metà di luglio dello stesso anno ha visto il massacro di migliaia persone. Secondo le stime di Human Right Wacht, le vittime sarebbero almeno 500mila, ma le ultime indagini indicano una cifra ben più alta, compresa fra gli 800mila e il milione di morti.

LEGGI ANCHE:  Aspettati l'inferno (e il paradiso) di Omar Di Monopoli

100 giorni di delirio dell’essere umano, dove gli hutu hanno colpito i tutsi e gli hutu moderati con mezzi efferati: non solo armi da fuoco, ma anche machete e bastoni chiodati. Una strage operata in modo sistematico e crudele.

L’autrice

Edito da Giunti, Dall’inferno si ritorna è scritto da Christiana Ruggeri, giornalista del Tg2 inviata all’estero. L’autrice gira il mondo non solo per lavoro, ma anche per passione. Lavorando a stretto contatto come inviata nei paesi africani, scrive e si occupa della situazione minorile e delle donne nei paesi a sud del mondo.

È vegetariana e un’attivista per i diritti degli animali.

Nota di merito. La metà del ricavato ottenuto dalla vendita del libro verrà devoluto dall’autrice al “Progetto Rwanda Onlus” per la costruzione di una mensa nella scuola materna, all’interno della Casa della Pace e della Riconciliazione di Kigali.

Autore: Laura Landi

Sono ­ per ammissione estrema ­ lettrice compulsiva, anche se molto molto esigente. Andare in libreria mi fa sentire come Alice nel paese delle meraviglie. Il mio amore letterario segreto? Gabriel García Márquez.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.