Il Principe dell’Ombra di Alessandro Acciaioli

il principe dell'ombra di alessandro acciaioli

Io penso che a questo siamo chiamati: ad Amare tutto ciò che Dio ha creato, persino Satana era un angelo, un bellissimo angelo, che ha smarrito la sua strada, se solo la riprendesse? Se solo riuscisse a imboccare ancora una volta la via nascosta nell’oscurità? Se ancora ci fosse speranza per lui, voi cosa fareste? Cosa fareste per questo povero diavolo, che sa seminare solo Paura, Morte e Distruzione … e non sa cosa sia la parola Amore … L’ uomo va per il mondo odiando e seminando male … Vinci il male col bene! Vinci Satana con l’ Amore!

La trama

Quasi come attirato da una forza invisibile, un giovane studente di filosofia entra un giorno in un santuario religioso. Questi è uno scettico, interessato alla religione solo per tradizione e cultura familiare, ma da sempre colpito ed affascinato dal concetto d’Amore divino e dalla figura di Gesù.

In questo santuario, però, sta per accadere qualcosa di strano, di unico e inquietante. La forza che lo aveva trascinato lì si sta materializzando. Ciò si pone come un vero e proprio incontro fra visibile ed invisibile, fra terra e cielo: dinanzi al giovane Mikhael appare Dio.

Mikhael comincia a leggere l’Apocalisse e questo rappresenta l’inizio della fine.

Satana prende più volte forma, insidiandosi nella vita del giovane studente e di quella della sua famiglia, sul labile confine fra il reale e l’immaginario, in un vortice di eventi che travolge del tutto i protagonisti, sempre alle prese con il dubbio circa la veridicità di ciò che accade.

Intanto sul mondo piove a dirotto, incessantemente: un segno inequivocabile dell’incedere negativo degli eventi.

Se da un lato i protagonisti riescono a farsi scudo con la Fede, dall’altra parte il resto dell’umanità è ignara e indifferente, andando avanti in modo palesemente ottuso. Eppure il Libro dell’Apocalisse era stato chiaro nelle sue profezie, così come le rivelazioni provenienti da Medjugorje….

L’autore

Alessandro Acciaioli è nato a Prato nel 1981, e ha compiuto studi scientifici. La passione per la scrittura comincia durante l’adolescenza: «Siamo nel ‘95 e io avevo solo 14 anni, ero appena stato lasciato dal Mio Primo Amore, una ragazza di cui ero innamorato e il dolore per la perdita si è riversato, invece che in una maggiore spensieratezza o una maggiore iperattività adolescenziale, su un foglio bianco di carta che, unito a una penna, ha generato i versi per un testo di una canzone che a breve sarebbe stata musicata

Da allora in poi, quella passione non si è mai sopita e anzi Alessandro si è cimentato lungamente nella scrittura in versi, in quella teatrale, per poi approdare alla prosa, del quale Il Principe dell’Ombra rappresenta il suo primo romanzo.

«Mi chiederà perché proprio un romanzo? – spiega l’autore – Perché è un lavoro molto complesso creare una storia, dei personaggi, mandare un messaggio; e in quel periodo della mia vita avevo bisogno di una grande sfida a livello personale, perché avevo perso tutto, la vita mi aveva privato di ogni cosa, tranne che della mia inseparabile penna. E così decisi di rimettermi in gioco tramite un nuovo progetto, non più di lirica, ma stavolta di prosa.»

LEGGI ANCHE:  Suonerò la tua morte|Gianluca Soletti

Lo stile

Il Principe dell’Ombra è un romanzo dal titolo “in negativo”, così come viene definito dallo stesso autore, poiché nella religione cristiana il vero Principe (della Pace ndr) è Gesù. Satana, cambiando solo una parola, diviene così un usurpatore di un titolo non suo. La lotta fra i diavolo e Dio è quindi implicita fin dal titolo.

È da dire che Il Principe dell’Ombra è anche un libro con più sfaccettature, che tocca vari stili e che ben si presta a più livelli di attenzione e di curiosità, partendo dal thriller e sfiorando la dimensione più fantasiosa della letteratura, sfumandosi nell’horror ma che impone le dovute riflessioni di carattere religioso. «In definitiva – spiega ancora l’autore – si può riassumere dicendo che non è un libro univoco, per un solo pubblico, può piacere o non piacere, ma sicuramente ha molto da dire a molte persone.»

Un’opera, dunque, dedicata ai lettori più curiosi, che amano spaziare fra più generi e hanno una mente aperta alla ricezione di nuovi stimoli che susseguono velocemente nella narrazione.

Alessandro confessa che, come spesso accade nella letteratura, i personaggi che popolano il suo libro sono ispirati a persone reali, vicine a lui nel quotidiano. «Molti miei amici di lunga data hanno saputo riconoscere, leggendo, i personaggi e associarli nella realtà. Questo non significa che non esistono personaggi inventati, ma è un libro molto vero, a tratti anche autobiografico».

Intanto Alessandro è alle prese con un nuovo libro, un romanzo fantasy “dallo stile più classico, alla Tolkien”.

Il Principe dell’Ombra è edito da De Frede Edizioni ed è disponibile per l’acquisto sia in versione cartacea, che in ebook direttamente sul sito ufficiale dedicato all’opera: www.ilprincipedellombra.it.

Autore: redazione

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest