Tutti pazzi per Gaia e per Mr. C, l’attore più bello del mondo

recensione tutti pazzi per gaiaGaia Gualtieri Rotondi, venticinque anni e qualcosa, tutti a ripetere: alla tua età sei già arrivata, redattrice del Purple Magazine, fortunata te! Vaglielo a dire che dopo una laurea in giornalismo e due anni e mezzo di internship nella sede di New York sei ancora in un limbo. Né stagista senza rimborso spese, né riserva nelle sezioni “Posta del cuore, Animali e Oroscopo”. All’occorrenza, però, entrambi i ruoli, con salario puramente eventuale, ovviamente.

E rivaglielo a dire che ogni articolo è un esame, come quello da affrontare davanti a quella checca del vicedirettore Signoretti, al tavolo del Byblos, locale di grido dove bisogna sgomitare tra playboy, francobolline, finiti politici, finti brizzolati, finti transessuali e vere tamarre dallo stacco di coscia alto quanto lei per intero.

Attraente e pure intelligente lo è certamente la protagonista del romanzo brillante Tutti pazzi per Gaia, edito da Leggereditore (327 pagine), scritto da un’autrice brillante, Stefania Nascimbeni da Milano, autentica giornalista di moda e lifestyle. L’autrice ambrosiana impartisce lezioni di scrittura creativa e il romanzo ne risente positivamente, procede brioso, spiritoso, elettrizzato da una piacevole corrente.

La trama de Tutti pazzi per Gaia

La fauna che popola il Purple Magazine Italia? Nella sezione moda si respira glamour in ogni centimetro quadro di open space e il cicaleccio di commenti sottovoce ai danni degli astanti sembra un gracidio, nonostante una delle prime regole di un posto simile sia quella di mostrarsi sempre disponibili, affabili, cordiali. Le redattrici sono alte due metri, capelli lisci, riga in mezzo e ciglia allungate col rimmel. I caporedattori appartengono per il novanta per cento al genere venusiano quando non sono gay. Le stagiste, tutte con le cosce lunghe come il Niger e lo sguardo laccato, tranne lei.

Com’è Gaia? Due foglie di lattuga per pasto, intolleranza al glutine, dipendenza da beveroni spropositati di spritz. Di notte si fascia nelle lenzuola con un pigiama Hello Kitty, di giorno adotta micro mini o jeans slim taglia quinta elementare, meglio deficiere che abbondare, sostiene. Pur intimamente piena di dubbi, si impone un modello comportamentale redazionale intraprendente, atteggiamento che la espone ad inevitabili alti e bassi, ma che la rende autentica, irresistibile e rocambolescamente audace. Perché di avventura si tratta, a caccia di un’intervista impossibile che potrebbe cambiarle la carriera e con l’ostacolo, che diventa collaborazione, di un fotoreporter concorrente, Joshua, paparazzo con gli occhi verdi.

LEGGI ANCHE:  Educazione di una canaglia di Edward Bunker

Tremila battute più foto, ma che fatica per Gaia. Il target è J.C. grande attore hollywoodiano in vacanza in Italia, con due film in uscita per l’inverno. Un maturo fusto accompagnato da ottime referenze sentimentali: dieci anni con una supermodella brasiliana di costumi da bagno, due con una star bionda, altrettanti con una bruna e a seguire con una bella italiana. Una collezione di tutto rispetto, anche se al momento risulta single: no flirt, no fidanzate, no relazioni stabili.

L’intervista non interessa, risponde il suo agente, ma lei non demorde e parte: direzione Golfo del Tigullio, Portofino. Quando entra nella villa, la governante la scambia per una candidata al posto di personal chef. Un’omonima Gaia, secondo il curriculum. Come se la cava con i primi? E coi risotti? È ferrata sul pesce? Linguine, frutti di mare, sapori marinari? 2500 euro al mese più le mance. La cronista in incognito si fa arruolare come cuoca di casa, non potrebbe trovare altro modo per avvicinare Mr. C., uno schianto, l’uomo più bello del pianeta.

Nei primi giorni, le potrà dare una mano l’amico Roberto, proprietario del ristorante al porto. Poi le toccherà arrangiarsi. Intanto dovrà competere con Joshua per l’articolo sul Purple. Sono in concorrenza, uno solo dei due avrà l’onore di firmare il pezzo, corredato da immagini.

Prende il largo una commedia degli inganni e degli intrecci. Mar Ligure, Capri, Milano, Venezia, jet set, star system, fiumi di Veuve e, in particolare, un bacio indimenticabile ad una stella del cinema.

Tutti pazzi per Gaia è disponibile per l’acquisto su Amazon a 11,90 euro.width=1

Autore: Krauss

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.