Le ceneri di Angela, autobiografia di Frank McCourt

frank mccourtQuando ho iniziato a leggere Le ceneri di Angela ho subito pensato che fosse un libro curioso, non tanto per ciò che racconta, ma per come lo fa. Perché con il romanzo di Frank McCourt mi sembrava di essere di fronte ad un bambino che mi raccontava la sua vita e mi sembrava di vederlo crescere proprio lì, sotto i miei occhi. E con Frank cresceva anche il suo modo di narrare e il rendersi conto di come la sua infanzia, per quanto piena di esperienze negative, abbia contribuito a renderlo la persona che sarebbe poi diventato. Un processo di presa di coscienza lungo e difficile, che in questo romanzo sembra costruirsi insieme al lettore, tra le pagine di un romanzo.

Le ceneri di Angela è un romanzo autobiografico in cui lo scrittore racconta la sua infanzia trascorsa a Limerick insieme alla sua famiglia. Una famiglia composta da una madre rimasta incinta ancora ragazzina, che ha dovuto maturare in fretta per crescere i suoi figli e far fronte alle difficoltà economiche, un padre alcolizzato e perennemente senza lavoro, quattro fratelli vivi e altri tre morti nel corso degli anni. Un’infanzia per nulla facile, vissuta in un’Irlanda puritana e conservatrice, dove si fa quello che si deve fare e si nasconde ciò che non si vuole venga visto dagli altri. Un’infanzia vissuta all’insegna della povertà, della malattia e delle perdite.

“Ripensando alla mia infanzia, mi chiedo come sono riuscito a sopravvivere. Naturalmente è stata un’infanzia infelice, sennò non ci sarebbe gusto. Ma un’infanzia infelice irlandese è peggio di un’infanzia infelice qualunque, e un’infanzia infelice irlandese e cattolica è ancora peggio.”

Frank McCourt racconta con intelligente ironia il suo passato, senza rinnegare nulla. Anzi, tra le righe ho letto l’orgoglio di chi è riuscito a cambiare la propria vita pur essendo partito da una condizione totalmente svantaggiante. Il coraggio di cambiare, di migliorarsi, di andare avanti. Questo ho letto dietro la cronaca tagliente di un bambino, diventato adulto, che torna indietro sui suoi passi con onestà e umiltà.

LEGGI ANCHE:  Manola di Margaret Mazzantini

La bellezza di questo romanzo sta nel regalare ai lettori uno scorcio su un passato, quello della guerra e del dopoguerra, che noi non conosceremo mai e su una povertà, o forse dovrei dire miseria, di cui non faremo mai esperienza. E lo fa con una semplicità e spontaneità tipica dei bambini, capace di colpirti e far sentire tua una storia che in realtà non potrebbe essere più lontana da te.

Le ceneri di Angela di Frank McCourt è edito da Adelphi, ed è disponibile per l’acquisto su Ibs a 9,35 euro.

Se questo libro vi ha incuriosito, leggete anche la recensione de Philomena, una storia drammaticamente vera sempre ambientata in Irlanda.

 

Autore: Chiara Nicolazzo

La mia passione per i libri è nata grazie al romanzo Il mio paese inventato di Isabel Allende, una storia autobiografica che mi ha aperto un mondo, quello dei libri, che conoscevo solo superficialmente. Da quel momento ho iniziato a leggere sempre e ovunque. Mi piace perdermi nelle parole e vivere mille vite diverse.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest