Lunedì nero per il commissario Dupin, un giallo vecchia maniera

Lunedì nero per il commissario Dupin

Leggendo questo libro di Jean-Luc Bannalec si sente l’odore del mare, il profumo della salsedine che invade le narici e ti trasporta verso luoghi incantati. Certo, Lunedì nero per il commissario Dupin è un giallo con a carico ben tre cadaveri, ma per un’amante del mare non si può soprassedere dal farsi rapire da certi paesaggi descritti in maniera così vivida.

L’opera, edita da Piemme, è il secondo libro dell’autore tedesco Jörg Bong (che però firma il libro con il suo pseudonimo francese ndr), che arriva subito dopo Natura morta in riva al mare, e dove il protagonista è ancora una volta il commissario Dupin, poliziotto parigino confinato nella profonda provincia francese.

La trama

Concarneau, Bretagna. Come ogni lunedì, il commissario Georges Dupin è alle prese con la sua dose massiccia di caffeina durante il classico rito della colazione. Un giorno come un altro, dunque. Senonché arriva una chiamata che lo avverte del ritrovamento di tre cadaveri su di una isoletta facente parte dell’arcipelago idilliaco delle Glénan. E lui deve correre. Di lunedì, nel bel mezzo della colazione. Una cosa inaccettabile! Inoltre, chi lo aiuterà nelle indagini, non è per niente simpatico.

Parigino doc, trapiantato nella profonda provincia francese (“Ma perché, c’è vita oltre Parigi?” avrebbe detto fino a qualche anno prima), viene ancora considerato come uno straniero dai locali, un segno quasi distintivo, un marchio, che impera nell’intera opera.

Dalle indagini emerge ben presto che, quello che in apparenza sembrava un naufragio o qualcosa di simile, in realtà è di sicuro più complesso: omicidio premeditato, molto probabilmente, ma affari sporchi e intrighi politici sembrerebbero condire il tutto.

LEGGI ANCHE:  Il guardiano del faro di Camilla Läckberg

Un caso non facile per Dupin, al quale si associa l’arrivo terribile e temibile della mamma, anche lei parigina doc (ça va sans dire), in procinto di far visita al “figlio esiliato”. Ed è solo lunedì!

Il nuovo libro di Jean-Luc Bannalec, Lunedì nero per il commissario Dupin è un giallo vecchia maniera, ispirato al tipico giallo alla francese che un po’ ricorda il vecchio caro Poirot. Un romanzo che solo in patria ha raggiunto ben oltre le 300.000 copie vendute e che tranquillamente potrebbe aspirare a divenire un film, con una storia decisamente interessante e una location davvero, davvero da sogno.

Lunedì nero per il commissario Dupin, edito da Piemme, è disponibile per l’acquisto su Ibs a 14,88 euro.

Autore: Laura Landi

Sono ­ per ammissione estrema ­ lettrice compulsiva, anche se molto molto esigente. Andare in libreria mi fa sentire come Alice nel paese delle meraviglie. Il mio amore letterario segreto? Gabriel García Márquez.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest