Bruce, Brenda e David, il ragazzo cresciuto come una ragazza | John Colapinto

Quando David Reimer, nel 1997, ha incontrato l’autore del libro inchiesta in cui si parla della sua vicenda – Bruce, Brenda e David, di John Colapinto, Edizioni San Paolo -, era un operaio trentenne del Manitoba. Sembrava il classico tipo di giovane spigoloso ma affabile, però quando il discorso si è spostato sulla sua infanzia è diventato un altro. Insicuro, nervoso, ricorda il giornalista canadese. Perché il suo passato lo torturava, avrebbe dato non si sa quanto per cancellarlo dalla mente e quando parlava di sé stesso prima dei quindici anni, inconsapevolmente evitare di parlare in prima persona. Non diceva “io andavo”, ma “si andava”, come se parlasse di qualcun altro. Non un diretto “io volevo”, ma un generico “si voleva”.

A otto mesi aveva perso il pene, per una circoncisione eseguita maldestramente in clinica. All’anagrafe era Bruce, col gemello Brian era nato nel 1965. La prima sventura fu finire nelle mani del medico che aveva sbagliato l’intervento, l’altra, subito dopo, incontrare lo psicologo John Money, il dott. Mengele della psicoterapia sessuale. Su sua insistenza, a due anni Bruce divenne Brenda. Non potendo vivere come un maschio, si decise di farlo crescere donna, di riassegnarlo sessualmente, costruendogli chirurgicamente genitali esterni femminili ed educandolo come una bambina.

Il caso venne registrato entusiasticamente dalla letteratura medica. Il movimento femminista ne fece una bandiera, perché sembrava dimostrare che la differenza di genere non è biologica ma il risultato di un condizionamento comportamentale. Per il sessuologo che lo aveva gestito, divenne il successo più celebrato di una carriera quarantennale.

LEGGI ANCHE:  LA PORTA CELESTE di Susanna Fois

Ma il dott. Money aveva completamente fallito, come dimostra la vita di David (per cancellare Bruce-Brenda, scelse il nome del ragazzo che aveva sconfitto il gigante). La riassegnazione sessuale infantile non aveva funzionato su un bambino nato con un sistema nervoso maschile. Quello che in pubblico restava un controverso conflitto di ricerca scientifica, nel privato era un gravissimo dramma personale. Il gemello riconosceva Brenda come sorella, ma lei non assumeva mai quel ruolo. Al di là dei vestiti e di un aspetto delicato, non c’era nulla di femminile nei suoi atteggiamenti, nel modo di parlare, gesticolare, affrontare coetanee e compagni di scuola. Sembrava una bambina molto carina e curata, ma non si sentiva una femminuccia, preferiva agire come un maschio (faceva la pipì in piedi) e questo disorientava lei stessa e tutti. Era aggressiva, picchiava i maschietti, il profitto scolastico era pessimo. In più insisteva nel rifiuto di assumere estrogeni femminilizzanti.

A quindici anni, il ragazzo/ragazza che diventerà David ottenne di rimodellare al maschile la ricostruzione genitale – un processo che ha richiesto diciassette anni di sale operatorie – e di sostituire il testosterone agli estrogeni. Era sollevato, aveva dimostrato di non essere pazzo e col tempo, incontrando Jane, avrebbe avuto anche una vita matrimoniale stabile e a sua dire relativamente felice (due giorni dopo l’annuncio della moglie di volersi separare si è suicidato, Brian era morto nel 2004, stroncato da un mix di depressione, eccesso di farmaci e alcool).

Questa non è un’opera di fantasia, avverte John Colapinto nella breve nota che precede l’ampia ricostruzione della storia del ragazzo cresciuto per forza come una ragazza. Niente è stato manipolato per esigenze narrative: i dialoghi sono le trascrizioni dei colloqui, incisi nel complesso percorso terapeutico. Per questo, risulta ancora più sconvolgente la condotta di Money, le sue domande sempre più invasive ai due gemelli, bambini di sei anni, le terribili reiterate richieste di simulare rapporti sessuali, che nel 1989 facevano piangere Brenda-Bruce-David.

LEGGI ANCHE:  Nave Campobasso. Marinai Molisani In Guerra

È stata certamente coraggiosa la scelta di affidare a un giornalista (John, per la popolare rivista “Rolling Stoines” e poi nel libro) il racconto della sua vicenda: perché tutti potessero conoscerla e a nessuno dovesse rivivere la sua esperienza. Un esperimento “perfettamente riuscito”. No, del tutto fallimentare.

Bruce, Brenda e David è disponibile per l’acquisto su Ibs a 16,92 euro.

Autore: EffeElle

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest