Piccolo commiato…

melina airoli fiocco azzurro

Ci vediamo presto!

Nove mesi passano in fretta… Sembrava un traguardo lontanissimo, ma alla fine ci siamo! Tra pochi giorni, quando deciderà di affacciarsi al mondo (poiché solo lui può stabilire quando arriva il momento giusto, a dispetto delle previsioni e dei complicatissimi calcoli dei medici), nascerà il mio bambino. Si potrebbe pensare che un secondogenito arrivi con un carico minore di emozioni, paure, aspettative, ma non è assolutamente così.

Le emozioni sono semplicemente diverse, bisogna rimettersi in gioco. L’unica sicurezza sta nella consapevolezza dell’enorme impegno che richiede un neonato, un esserino totalmente dipendente dalla mamma, un piccolo alieno catapultato improvvisamente dal caldo, rassicurante e ovattato ventre materno in un mondo multicolor e rumoroso, dove proverà sensazioni per lui nuovissime, per lo più sgradevoli, come il freddo, la fame, la stanchezza… persino il primo respiro autonomo per un neonato è doloroso. L’aria che per la prima volta passa attraverso le narici e la gola, reciso il cordone ombelicale, brucia come fuoco!

In questo mondo nuovo ed ostile, le certezze sono pochissime: l’odore della mamma, il suono della sua voce, quella del suo papà e del fratellino, che ora sono inspiegabilmente molto più forti e nitide… Un neonato è puro istinto: fame, sete, paura, caldo, freddo, sonno, i suoi bisogni sono impellenti, devono essere soddisfatti immediatamente! Per questo è necessario che io interrompa momentaneamente questa bell’avventura che è il blog, per raccogliere le forze ed entrare nella giusta dimensione, poiché tutte le mie risorse siano destinate ai miei cuccioli.

Ringrazio infinitamente chi ha avuto il coraggio di proporre questa sconosciuta in un sito come Recensionilibri.org e quanti hanno avuto la pazienza e la voglia di leggere quanto pubblicato finora.

LEGGI ANCHE:  Ispirami!

Ci vediamo presto!

(Foto: Tuttomamma.com)

Autore: Mélina Airoli

Sono nata a Roma, ma sono sarda e ho vissuto ad Alghero dall’età di un anno fino alla conclusione delle scuole superiori (i geometri, ahimè, scelta totalmente errata, lontana dalle mie inclinazioni e passioni). Nel 1999 mi sono trasferita a Venezia per frequentare lo IUAV dove ho conseguito la laurea in SIT. Questa bizzarra città è diventata ormai la mia casa, poiché qui vivo insieme a mio marito Samuel, violinista presso il Teatro La Fenice, al nostro Daniel (piccola peste nata nel 2010) e a due feroci felini: Manon e Calcifer. Amo gli animali dacché ho memoria di me. Sono vegana da circa dieci anni e il mio unico rimpianto è non aver cominciato prima.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.