Piccole cose meravigliose: Cheryl Strayed

PICCOLE COSE MERAVIGLIOSE di Cheryl Strayed

PICCOLE COSE MERAVIGLIOSE
di Cheryl Strayed

A volte capita che vorremmo poter parlare con qualcuno di ciò che ci passa per le testa: fantasie, problemi, perplessità, dubbi; forse per un consiglio, forse solo per saperci capiti, forse per avere la sensazione che a qualcuno importa davvero come stiamo.

Ci sono giorni che inquieti andiamo su e giù per una stanza, prendiamo il telefono per chiamare la nostra migliore amica, una collega di lavoro con la quale andiamo particolarmente d’accordo; chiunque, purché possa darci retta e soprattutto sia degno della nostra fiducia. Ma poi riagganciamo a metà numero, perché la paura di essere fraintesi o, peggio ancora, giudicati ci fa fare un passo indietro.

Cheryl Strayed

Oggi con internet (facebook, twitter ed altri social network) è facile condividere il proprio stato d’animo. A volte però si sente il bisogno di poter parlare con qualcuno che non necessariamente sappia chi siamo, come siamo, quello che facciamo, quanto pesiamo o cosa pensiamo in realtà; insomma, che con una certa oggettività possa valutare la nostra condizione e darci con schiettezza un’opinione. A questo servono (più o meno) i blog e lo sa bene Sugar, o meglio Cheryl Strayed, che ha fatto della sua rubrica Dear Sugar il suo punto di forza per confrontarsi con persone del tutto estranee, su problemi piccoli e grandi che ognuno di noi ha affrontato. Questo libro è una raccolta di diverse mail che racchiudono diverse tipologie di persone: i traditori e i traditi, i sadomaso, le vittime di abusi, gli eterni illusi e i disillusi, i saccenti, i cinici e i sognatori, gli impauriti, gli impavidi e i coraggiosi; madri single, donne che mai diventeranno madri; adolescenti alle prese con i primi amori, i grandi amori che finiscono e chi invece non si dà per vinto e vuole salvare l’insalvabile. Ognuno di noi avrebbe potuto scrivere qualsiasi di quelle mail. Persi in chissà quali pensieri, ci lasciamo trasportare da ogni storia come se fossimo noi stessi a raccontarla, ci sentiamo partecipi di quelle situazioni. E Sugar, in risposta a queste richieste d’aiuto, racconta la sua storia, le sue esperienze, i momenti di buio che anche lei è stata costretta a ingoiare e superare; è così empatica, vera e diretta che ci colpisce come un pugno allo stomaco: “Cavolo, sembra così facile!” Ma lei in primis ci dice che NO, non è facile: bisogna rimboccarsi le maniche, andare avanti, non avere rimpianti, vivere sempre ogni giorno: ogni piccolo gesto va gustato, ogni minima parola va assaporata. Non dobbiamo aver paura di amare e di soffrire, non dobbiamo mai tacere le parole che vorremmo pronunciare perché un giorno potrebbe esserci tolta la possibilità di dirle, per sempre! Non bisogna però mai perdere la speranza perché il mondo, per quanto crudele sia, per quanto dolore possa infliggerci, è pieno di piccole cose meravigliose!

Edito da Piemme Voci, Piccole Cose Meravigliose di Cheryl Strayed racchiude tutte quelle parole che almeno una volta avremmo voluto sentirci dire, quando un nodo alla gola ci ha impedito di parlare.

LEGGI ANCHE:  #SalTo30 oltre il confine del libro per guardare al futuro

ACQUISTA ONLINE IL LIBRO DI CHERYL STRAYED: PER TE IL 15% DI SCONTO

SCHEDA LIBRO

Collana Saggistica
Serie Voci
Rilegatura rilegato con sovraccoperta
Formato 13×21 cm
Pagine 364
Data di pubblicazione gennaio 2014
ISBN 978-88-566-3183-8

Le Novità in libreria commentate dalla nostra redazione

Autore: Samanta Di Giorgio

Originaria di un paesino della Basilicata. Ho scoperto il piacere della lettura tardi e, combattuta tra cartaceo e digitale, amo i romanzi rosa da batticuore, i thriller che mozzano il fiato, gli horror che tolgono il sonno, i fantasy e le graphic novel che mi risvegliano la creatività, e i classici, che reputo indispensabili.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest