La fantastica storia di Haunold e Rote: esordio di Carla Oreti

La cover di "La fantastica storia di Haunold e Rote" di Carla Oreti

La cover di “La fantastica storia di Haunold e Rote” di Carla Oreti

La fantastica storia di Haunold e Rote di Carla Oreti, SBC Edizioni (Collana I luoghi & i giorni) e disponibile su ibs.it a € 12.00 è il frutto della fantasia dell’autrice per un genere di fiaba moderna, un racconto avvincente, la cui lettura stimola sicuramente riflessione e curiosità di  bambini e adulti. La narrazione è ambientata  a Zauberwald, un villaggio di montagna “perso tra valli incantate e boschi fittissimi di abeti e larici” in un territorio a cavallo delle Alpi, dove vive  Haunold,  un contadinello di montagna dai “capelli biondi come l’oro e occhi azzurri come il cielo d’estate”. Haunold è un bambino modello, è sempre allegro e molto obbediente  ma, a soli sei anni svolge  un lavoro molto faticoso, si sente solo e sogna di avere un amico con cui condividere ogni sua più piccola fantasia. Il suo sogno finalmente diventerà una curiosa realtà, Haunold incontrerà Rote, una bambina con “una cascata di riccioli rossi lunghissimi” e con la “carnagione bianca come la luna”. Rote è una bambina molto speciale, è infatti una piccola strega. Il loro incontro avviene con un dono simbolico di Rote a Haunold: un “ciondolo con l’immagine di upupa” che suggellerà un’empatica amicizia tra queste due piccole anime affini. Il loro rapporto di amicizia non è certamente dei più facili. Le streghe sono figure tipicamente rurali, vivono isolate nei boschi o ai margini di piccoli, spesso miserabili villaggi, pertanto sia la famiglia di Haunold che tutti gli abitanti di Zauberwald, per credenze e superstizioni popolari, attribuiscono ai poteri delle streghe, sventure e tribolazioni che minano la loro stessa sopravvivenza.  Inoltre, Rote per difendere il suo amichetto deve persino superare l’ostilità contro gli umani della strega Vettel sua nonna, con cui vive e dalla quale ha ereditato poteri e malie. Le tante peripezie di Haunold e Rote infine si concludono con serenità, il loro affetto e la loro complice amicizia hanno il sopravvento su tutte le difficoltà e perplessità di ogni personaggio, causate proprio da mondi e pregiudizi così diversi tra loro. Le streghe da secoli temute e perseguitate sono donne particolarmente sapienti, in questo caso Rote, strega bambina, s’identifica con il concetto di bontà, aiuto, gioco e saggezza. Il genere fiaba esiste per tramandare dei valori e per lasciar pensare che, malgrado le incredibili sciocchezze addebitate alla singolare figura della strega, qualche funzione positiva può comunque esserle attribuita.

Lo stile del racconto è estremamente fluido, sintassi ineccepibile, narrazione mai banale, ricca di belle descrizioni di luoghi e personaggi. La fiaba è un genere di racconto con origini antiche e quasi sempre viene intesa per presentare immagini e intrecci che permettono al bambino o all’adolescente di capire e farsi capire.

Ogni fiaba ha un risvolto psicologico ed è estremamente importante; trovare lo stile corretto per narrarne il relativo significato è compito delicato, l’autrice Carla Oreti con questa storia fantastica ha sicuramente indovinato lo stile più appropriato ed è riuscita a esprimere il lato psicologico dei suoi personaggi, lasciando che loro ci dimostrino chi sono per creare in ognuno la propria idea. In questa fiaba risalta il tema del bambino che con la sua innocenza e spontaneità si trova ad affrontare il mondo dei grandi e l’incontro con diverse tipologie di persone insegna a gestire le proprie emozioni e discernere il bene dal male. I bambini non vedono i lati negativi della vita. La fantasia è elemento indispensabile per la creatività del bambino nonché elemento essenziale per la leggerezza di un adulto. La fantastica storia di Haunold e Rote è una lettura consigliabile per tutte le età.

Leggi anche:

Hai trovato interessante questo articolo?

Aiuta questo sito a promuovere gli autori emergenti, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>