Aldebaran di Maria Grazia Vai e Paolo Amoruso

Aldebaran di Maria Grazia Vai e Paolo Amoruso

Aldebaran di Maria Grazia Vai e Paolo Amoruso

Aldebaran è una raccolta di 102 liriche, nate dall’incontro speciale di due anime che, attratte dall’energia radiosa della poesia, hanno deciso di intraprendere un viaggio, percorrendo la strada sempre feconda delle parole che, cessano di rimanere taciute e raccontandosi, mostrano necessariamente quella luce atipica, quel nocciolo che racchiude la crescita incondizionata di ogni emozione.

Mettersi a nudo può significare anche solo scoprire un angolo del proprio sguardo, illuminare la fessura più stretta del proprio fiato, accennare il desiderio di una parola.

Ebbene, la poesia ne è l’esempio più veritiero e autentico. E questa silloge poetica dai toni forti e rarefatti ne segue le impronte, e respirandole le riscrive.

Aldebaran è uno scrutarsi dentro. Un indagarsi fuori. È analizzare la piega che meno appare dell’atmosfera che ognuno di noi cela tra la moltitudine di ansie, preoccupazioni, monotoni suoni, e scorse comuni. È celebrare il respiro e il passo delle parola, seguendola fin dove si confondono i limiti, dove l’oltre fiorisce nelle guance nuove di un percorso che aprendo l’intestino al suo tempo, e senza che sia quest’ultimo a dettare “l’attesa” o la fretta di “attivarsi a…” sconvolge quel tutto che resta presenza, regalando una positività, da riempire, anche quando il cielo tornerà ad oscurarsi, e la pioggia non chiederà più di accompagnarla, danzando tra i rami nudi di un giorno che non finisce, con nuovi colori.

Paolo Amoruso e Maria Grazia Vai, hanno saputo dimostrare che la Poesia non è il taschino dove nascondersi, con le debolezze o le ansie incontrollabili. Che la Poesia è quella Terra, quella casa dove non abita la necessità di spiegare ogni gesto, perché questo sia considerato, dove il tempo resta seduto ad osservare sbalordito il diffondersi repentino del meraviglioso inno alla gioia della vita, che l’anima denudandosi, incita a crescere, in qualsivoglia accenno del quotidiano “esserci” o “essere”.

Il titolo “ALDEBARAN” è ispirato alla stella che porta lo stesso nome.

Per la precisione la quattordicesima stella più luminosa del cielo notturno, appartenente alla costellazione del Toro. La stella in questione oltre ad essere distante circa 65 anni luce dalla Terra, è circa 500 volte più luminosa del Sole, e una quarantina di volte più grande.

 

LEGGI ANCHE:  Il commissario Livia di Silvestra Sorbera

Di seguito una lirica contenuta nella sillogi dal titolo “GIORNI DI SABBIA“:

GIORNI DI SABBIA

Come può tanta malinconia
stringermi gli occhi, fingere
d’essere scagliata poco più
in là di un’ombra, per poi tornare
ad essere quell’arco infreddolito
che mi rincorre il vento, le distanze,
il cielo. E farmi male?

Come l’ultima delle solitudini
precedere di pochi passi lo sfioro del pensiero.
L’eco struggente delle margherite
che questo fiato reciso mi ricorda
Quei luoghi lontani a te vicini,
di mareggiate e fiori di ninfee
E frammentato amore -riemerso ieri,
dal sangue della sabbia.

Potesse adunarlo il cielo, come fosse
il penultimo petalo coperto di risposte ferite
tornerebbe a piovere quel silenzio sterile,
dimenticato tra le falde ancora roventi degli sguardi,
ricomincerei, consumando gli zigomi del riflesso,
a pregare le nuvole di fare due passi indietro, prima
d’imbastire la nuca dell’alba, e porgermi nuda tela
sull’inchiostro rabbioso.

Che sia lui a spegnermi il sonno,
con lo stesso sorriso di quando mi salva.

Perché io resti sabbia, oggi.
Perché nessuno oggi mi cammini
gli ultimi percorsi incolti.
Perché tu sia domani, la dolcezza
dell’onda salata, che mi accolga
e conceda ad una montagna d’occhi
e mani.

ALDEBARAN” ha il colore e il profumo della notte, e l’essenza del suo respiro somiglia tanto alla voce del sole estivo, in modo particolare quella che cantando, veste di sogni l’universo, quella che ognuno di noi può ascoltare tra il mese di luglio e quello di agosto.

Dati del libro:

TITOLO: Aldebaran

AUTORI: Paolo Amoruso & Maria Grazia Vai

EDITORE: Rupe Mutevole

GENERE: Poesia

DATA DI PUBBLICAZIONE: Maggio 2013

ISBN: 978 – 88 – 6591 – 286 – 7

PREZZO: 10,00 euro

 

 

Autore: Letturedipoesia

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest